A+ A A-
 

NEVER TRUST: RISPOSTA ITALIANA AGLI HALESTORM!! NEVER TRUST: RISPOSTA ITALIANA AGLI HALESTORM!! Hot

NEVER TRUST: RISPOSTA ITALIANA AGLI HALESTORM!!

recensioni

titolo
Morning Light
etichetta
autoprodotto
Anno

Tracklist : 

Fade Away

Worthless

Rebound

Honey

More Than This

Heartbreak Warning

Morning Light

Against The Tide

Lucky Star

What Is Mine

Against The Tide - Acoustic

 

Line Up : 

Elisa Galli - Voce

Massimo Buggio - Chitarre

Flavio Oggionni - Basso

Gianni Borgonovo - Batteria & Percussioni



opinioni autore

 
NEVER TRUST: RISPOSTA ITALIANA AGLI HALESTORM!! 2013-10-17 14:02:32 Luca Albarella
voto 
 
5.0
Opinione inserita da Luca Albarella    17 Ottobre, 2013
Ultimo aggiornamento: 17 Ottobre, 2013
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Le proposte che mi vengono propinate su questa bella e movimentata webzine da quasi un anno ormai, raramente mi hanno colpito al punto che ancor prima di mettermi a recensire abbia ascoltato il lavoro almeno tre volte per intero. Il materiale che arriva è tanto e quindi si ha quell’atteggiamento annoiato e scazzato da manina sotto il mento tipo “vabbè ascoltiamo questi che combinano”. I milanesi Never Trust mi hanno mazzolato per bene e poi accarezzato, poi di nuovo bastonate e ancora di nuovo ammansito. Capite in sintesi cosa rischiano di fare all’incauto ascoltatore? Creano dipendenza. Quando una band crea questo vuol dire che ha confezionato un grandissimo prodotto; indipendentemente dalla caratura tecnica. Qui non troviamo assoli di chitarra mirabolanti, cambi di tempo o una voce particolare, ma il prodotto in se è di taglio assolutamente di prima fascia, internazionale oserei dire. Produzione curatissima, senza sbavature, completamente prodotto negli States; giusto per mettere le cose in chiaro su quali siano le intenzioni della band. Il termine di paragone è palese con gli Halestorm o Fireflight per dare un’idea che ci troviamo di fronte a un ottimo Rock‘n'Roll moderno, complice anche il timbro a tratti incisivo e graffiato della singer Elisa Galli. A questo punto direi di iniziare a parlare di “Morning Light”. Ottimo apripista è “Fade Away”, produzione ricca ma dinamica, ritornello presente e orecchiabilissimo e chitarre che sanno quando avvolgere e ammaliare e quando tagliare come cesoie. La voce di Elisa enfatizza al meglio l’ottimo inglese di cui sembra davvero padrona. “Worthless” è più ricercata e sperimentale in alcune soluzioni, anche se marginali rispetto a impatto e chorus ancora una volta in prima linea. Inizio a definire anche l’ottima sezione ritmica quadrata e ben affiatata. Proseguiamo con “Rebound”, spettacolare power-ballad dal sapore lievemente malinconico, ma pur sempre carico di passione. Una vera hit da classifica e ogni altra parola è superflua. “Honey” è un altro treno in corsa impazzito. Ottimo solo di chitarre, privilegiando sempre il gusto melodico al virtuosismo, e sezione ritmica ancora una volta precisa, rocciosa e carica di groove. Rischia di diventare una celebrazione assoluta per i Never Trust ma che posso farci se anche “More Than This” è un altro piccolo capolavoro? Meno esplosivo e più ricercato nelle strofe, ma sempre ficcante nei chorus. Elisa dimostra di essere a suo agio in ogni contesto interpretando al meglio ogni singola parola e nota. Seconda ballad dai tratti acustici, delineando strade più soft in cui i quattro ragazzacci dimostrano di saper essere molto intimisti con la freschezza che solo una giovanissima band può avere. Grande pathos ed energia positiva. “Morning Light” è ruffiano quanto basta con il solito piglio commerciale; di impronta più punk‘n'roll con l’irruenza che ne caratterizza. La manciata di piccole perle inanellate continua con “Against The Tide”, la formula resta vincente, ancora una volta mi sento di rimarcare l’ottimo drumming. I ragazzi sanno bene di non aver riscritto le coordinate del nuovo hard rock, ma ciò che fanno dimostra quanta bontà ci sia nella musica fatta con il cuore e non artificiosa e finta cercando la novità a tutti i costi. Siamo quasi in dirittura d’arrivo con gli ultimi due episodi; il riuscitissimo punk‘n'roll di “Lucky Star” e la stupenda e apertissima power ballad “What Is Mine”, altra potenziale hit da classifica, supportata da un grande video e rotazione a manetta. Chiude il lavoro la versione acustica di “Against The Tide”, con la magia che solo le chitarre acustiche e un pezzo vincente di per se possono donare. Ok ragazzi, credo di aver detto veramente tutto di questi giovincelli e sono convinto che, per qualcuno, sarò stato troppo celebrativo. I prodotti di un certo tipo pronti a regalare scariche di adrenalina devono SEMPRE essere elogiati. Avanti Never Trust!!

Trovi utile questa opinione? 
40
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Dyrnwyn: Si torna a narrare Roma
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Secondo disco ma ancora parecchia strada da fare per i Prima Nocte
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
State of Salazar quattro anni dopo, un altro pieno centro
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Magic Dance un salto negli anni 80 con un Aor iper melodico
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Tornano dopo dieci anni con un disco davvero ben fatto i Forest of Shadows
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Dawn Ahead, thrash ispirato agli USA, ma dalla Germania
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il primo disco solista di Kikis A. Apostolou, chitarrista degli Arrayan Path
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ace Mafia un ep niente male per i fans dell'hard rock dalle sonorità moderne
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Watershape, un prog metal dove spesso viene colpevolente poco curato l'aspetto melodico.
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Nerobove scandagliano il malessere umano con un sound azzeccatissimo
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla