A+ A A-
 

Numenor: Black sinfonico dalla Serbia. Numenor: Black sinfonico dalla Serbia. Hot

Numenor: Black sinfonico dalla Serbia.

recensioni

gruppo
titolo
“Colossal Darkness”
etichetta
Stygian Crypt Productions
Anno

 

 

1.   Opus Draconis

2.   The Eternal Champion

3.   The Hour Of The Dragon

4.   The Alchemist

5.   Chronomancer

6.   Servants Of Sorcery

7.   While The Gods Laugh

8.   The Sailor On The Seas Of Fate

opinioni autore

 
Numenor: Black sinfonico dalla Serbia. 2013-12-25 18:41:07 Corrado Franceschini
voto 
 
4.0
Opinione inserita da Corrado Franceschini    25 Dicembre, 2013
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

I serbi Numenor sono nati nel 2009 da una costola degli Esgaroth per volere di Despot, al secolo Marco Miranovic, capo redattore della rivista Metal sound Magazine. Se pensate che i Dimmu Borgir abbiano “sdoganato” l’uso delle tastiere in ambito Black Metal questo Cd fa al caso vostro. Se al contrario vi gustano le bands grezze e blasfeme tutta furia e velocità potete lasciare perdere. I dubbi che mi assalgono durante l’ascolto di Cd’s come “Colossal Darkness” fatti su basi di Black sinfonico con tratti epici dove gli strumenti sono sovra incisi, e si sente, riguardano una eventuale resa sonora dal vivo. Attenendomi a ciò che le mie orecchie hanno udito su dischetto ottico devo dire che le 8 tracce sono decisamente interessanti. Prima di tutto nei 34’53” di durata non c’è il tempo di annoiarsi e poi, in secondo luogo, le soluzioni sonore adottate dai 5 componenti la band non sono così scontate come potrebbe essere. In questo caso la differenza la fanno proprio le tastiere che ci regalano delle aperture e degli stacchi a sorpresa. Parlando delle chitarre vi dico che non risultano particolarmente invadenti ma, bensì, tessono la loro trama ritmica con certosina precisione e solo sporadicamente si lasciano andare a dei soli. Data la validità di strumentisti e pezzi non è facile trovare dei brani che svettino nettamente su altri. Pescando qua e la vi suggerisco “ The Hour Of The Dragon” e colgo l’occasione per dirvi che i testi dei Numenor, così come si evince dal nome stesso, si ispirano al filone Fantasy di scittori come Tolkien, Moorcock (autore della saga di Elric di Melnibonè) e Robert E. Howard, autore del testo in questione. La fisarmonica piazzata all’inizio del brano ed un crescendo di Black sinfonico unito ad un incedere epico dovrebbero essere sufficienti per convincervi ad acquistare il Cd. Siete ancora indecisi sul da farsi e volete provare ad ascoltare meglio il ruolo che rivestono le chitarre nel sound dei Numenor? Dopo un paio di ascolti “The Alchemist” vi convincerà e la promuoverete a pieni voti. L’apice compositivo il combo serbo lo raggiunge con “Chronomancer”. In questo caso le tastiere “fantasmose” e i cambi a ripetizione danno il giusto sostegno ad un Black pomposo. Poteva mai mancare un tocco di Viking Metal? Certo che no! Ecco che lo troviamo mischiato molto stranamente e brevemente, ma in maniera perfetta, con il Progressive Rock dei seventies nella enfatica ed epica “The Sailor On The Seas Of Fate”. La biografia consiglia l’ascolto del Cd ai fans di Dimmu Borgir, Wintersun, Ensiferum etc. Io, da parte mia, vi consiglio l’acquisto di “Colossal Darkness” e resto in attesa del nuovo Cd previsto per il 2014 che, molto probabilmente, avrà il titolo di “Sword And Sorcery”.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Che mazzate dal nuovo disco degli Onslaught!
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Black Rose Maze un debutto discreto segnato dalla voce della singer canadese Rosa
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ramos con un lavoro dinamico e ricco di guest star
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ampiamente insufficiente sotto ogni aspetto il quarto album degli argentini Draconis
Valutazione Autore
 
1.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Vlterior: quando violenza e tecnica vanno a braccetto.
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Non poco interessante l'EP dei Dystopia A.D.
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una nuova sfilza di ospiti ed un altro buonissimo album: tornano i Buried Realm
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Damnation Angels: ritorno in gran stile!
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Chrysarmonia: pronti per il full length
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla