A+ A A-
 

Breakin’ Down: band sarda con l' America nel cuore Breakin’ Down: band sarda con l' America nel cuore Hot

Breakin’ Down: band sarda con l' America nel cuore

recensioni

titolo
“Miss California”
etichetta
autoprodotto
Anno

 

1.  Miss California Hell A
2.  Voodoo Woman
3.  Rock ‘n’ Roll Show
4.  Soul Slow Train
5   Pò Boy
6.  Father My Blood
7.  She’s a Devil
8.  Louisiana Mojo Man
9.  God Save Rock ‘n’ Roll

10. Hell Or Eden

opinioni autore

 
Breakin’ Down: band sarda con l' America nel cuore 2014-04-17 06:44:43 Corrado Franceschini
voto 
 
3.5
Opinione inserita da Corrado Franceschini    17 Aprile, 2014
Ultimo aggiornamento: 17 Aprile, 2014
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

A volte capita che nuovi contatti richiedono recensioni di Cd’s non proprio recenti. Questa volta vado a ripescare i sardi Breakin’ Down e il loro “Miss California” uscito nel 2012. Il quartetto prende vita nel 2009 ma solo dopo 10 anni rilascia il demo “Radio Inferno”. Dopo 3 anni arriva il debutto con “Miss California” dal quale vengono tratti i clips di “Miss California Hell A” e, nel maggio 2013, “Rock ‘n’Roll Show”. Molto probabilmente, anche se omettessi il fatto che il lavoro è basato su un concept, ci arrivereste da soli. Esiste una tessitura musicale semplice basata sull’ Hard e sullo Sleaze di stampo americano che racchiude un discorso “circolare” e non per niente, in molti casi, un brano si compenetra nell’altro. Non stiamo parlando di chi sa quali ritmi innovativi, anzi, a tratti e proprio per il sentore di dèjà vu si ha la tentazione di andare oltre durante l’ascolto. Comunque sia i brani sono ben suonati e lasciano spazio (poco) a delle tastiere “datate” lasciate troppo in sottofondo. Tanto per darvi una idea i brani di “Miss California saranno graditi ai Rockers in viaggio sulle autostrade e a chi vive con la bandana in testa sognando la Route 66 o, musicalmente parlando, a chi è rimasto orfano dei primi The Almighty, di Zodiac Mindwarp, Circus Of Power e dei Cinderella: “Soul Slow Train” ha un inizio che somiglia incredibilmente a un loro brano; a voi trovare il titolo. Canzoni preferite del sottoscritto? “Miss California Hell A” tutta sole, birra e Rock, “Voodoo Woman” anche se il giro di tastiere ricorda pari pari “Contessa” dei Decibel di Enrico Ruggeri e “Rock ‘n’ Roll Show" che possiede il classico riff capace di infiammare il pubblico. Dal quarto pezzo in poi, come detto, si respira un poco di noia e tutto scorre senza sensibili scossoni. Se avete 35’13” da passare pensando al vostro prossimo lungo viaggio in America il Cd può esservi di aiuto altrimenti aspettiamo qualche anno e vediamo in quale posto ci porteranno i Breakin’ Down.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Gli Psychomancer hanno forse un po' troppo "allungato il brodo"
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dagli States i Sentient Horror mostrano il loro amore verso lo Swedish Death Metal
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Tornano dopo 12 anni i veterani del Death Metal teutonico: nono album per i Fleshcrawl
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ennesima prova strepitosa per i Cattle Decapitation
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Vastator, only for die-hard fans
Valutazione Autore
 
1.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Per gli australiani Alchemy un debut EP che lascia ottime speranze per il futuro
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Metal sinfonico neoclassico in questo primo album dei messicani Yeos.
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ep di quattro brani dediciti ad un heavy metal grezzo ed old school per gli Olymp
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Seppur breve, convince l'EP dei californiani Larvae
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Per i britannici Itheist un debutto (col nuovo nome) senza infamia e senza lode
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Debutto per la tastierista dei Cradle of Filth: Martyr di Lindsay Schoolcraft!
Valutazione Autore
 
2.8 (2)
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla