A+ A A-
 

DISCO POCO CONVINCENTE PER I GUN BARREL DISCO POCO CONVINCENTE PER I GUN BARREL Hot

DISCO POCO CONVINCENTE PER I GUN BARREL

recensioni

titolo
Damage Dancer
etichetta
Massacre Records
Anno

Line Up:

Patrick Sühl: voce

Rolf Tanzius: chitarra

Tomcat Kintgen: basso

Toni Pinciroli: batteria

Tracklist:

1. Unleashing The Hounds

2. Damage Dancer

3. Bashing Thru

4. Judgment Day

5. Passion Rules

6. Building A Monster

7. Whiteout

8. Back Alley Ruler

9. Ride The Dragon

10. Heading For Disaster

11. Vultures Are Waiting

12. Rise Up To The Storm

opinioni autore

 
DISCO POCO CONVINCENTE PER I GUN BARREL 2014-04-25 13:58:40 Leonardo Bacchiocchi
voto 
 
2.5
Opinione inserita da Leonardo Bacchiocchi    25 Aprile, 2014
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Arrivati al sesto full-lenght in studio, i tedeschi Gun Barrel propongono ancora una volta agli ascoltatori un hard'n'heavy old school fortemente influenzato da grandi nomi come AC/DC e Led Zeppelin. Questo "Damage Dancer" rappresenta la seconda prova in studio della band con Patrick Sühl al microfono, già notevole sul precedente "Brace For Impact", che si dimostra molto più affiatato con gli altri membri del gruppo rispetto a prima. Tuttavia, l'album suona banale e scontato, mancano episodi degni di nota per quanto brani come la title-track, Building A Monster e Ride The Dragon possano risultare godibili e non basta la presenza di composizioni più heavy e martellanti come Passion Rules o di tracks più vicine alle sonorità rock'n'roll come Judgment Day per spezzare la monotonia che regna sovrana nella tracklist. La prova della band è più che buona, i quattro teutonici sanno fare bene il loro lavoro, ma personalmente mi aspettavo un songwriting più evoluto ed eterogeneo da una band ormai esperta ed affermata. Disco poco convincente.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Un lavoro senza infamia e senza lode per gli svedesi Sarcasm
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli Stozhar: un interessante band ancora troppo poco conosciuta.
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Per i brasiliani Stomachal Corrosion un album arrivato con un ritardo di almeno 25 anni
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Il debut album dei belgi Orthanc
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un buon power metal melodico e dinamico dalla Spagna coi Nocturnia
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il debutto degli Hunter vince e convince
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Per gli Svizzeri Freakings un quarto album valido, ma nulla di più
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Rogue Deal, passione per il buon vecchio heavy
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ardityon, un esordio che farà agitare diverse capocce e brillare molti occhi
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla