A+ A A-
 

Debut album per i liguri Lucid Dream Debut album per i liguri Lucid Dream Hot

Debut album per i liguri Lucid Dream

recensioni

titolo
Visions from cosmos 11
etichetta
autoprodotto
Anno

 

Tracklist:

 

1. Holy Rage

2. Cosmos 11

3. Fallin'

4. In The Moment

5. Night Feel

6. Get Up

7. Underground

8. Sun And Sun

9. Through The Years

 

 

Line up:

 

Simone Terigi - Chitarre

Alessio Calandriello - Voce

Gianluca Eroico - Basso

Paolo Raffo - Batteria

 

opinioni autore

 
Debut album per i liguri Lucid Dream 2012-06-30 18:12:42 Ninni Cangiano
voto 
 
3.5
Opinione inserita da Ninni Cangiano    30 Giugno, 2012
Ultimo aggiornamento: 30 Giugno, 2012
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Ci sono alcune volte in cui il “lavoro” del recensore non è così semplice come sembri; alcune volte in cui si deve “lavorare” su materiale che non ti piace e che, nella normalità dei casi, non avresti mai ascoltato semplicemente perché non è il genere di musica che ti affascina… in casi del genere, bisogna cercare di essere “asettici” e giudicare, nel limite delle proprie competenze musicali (nel mio caso non certo infinite!), sulla musica che viene proposta, sulla tecnica e su altri parametri classici, senza entrare nel campo minato dei gusti personali. E’ questo il caso per quanto mi riguarda dei Lucid Dream e del loro album autoprodotto intitolato “Visions from cosmos 11”. Il genere proposto da questa band ligure è un hard rock dalle forti tinte progressive, come andava tanto di moda tra anni ‘70 ed ’80 (l’epoca della mia infanzia ed adolescenza, sigh!), incentrato sulle indovinate trame chitarristiche del leader Simone Terigi ed esaltato dalla splendida voce pulita del singer Alessio Calandriello. L’album è composto da 9 pezzi, tra cui tre strumentali molto piacevoli come “Fallin’”, “Sun and sun” e la breve “Night feel”. Qualitativamente parlando non ho trovato alcun calo o fillers vari nel lavoro dei Lucid Dream che, per il genere specifico, hanno tutte le carte in regola per affermarsi, mettendo in mostra continuamente un talento non comune. Ritmo e melodia non mancano mai e brani come “Underground”, “Get up” e la conclusiva “Through the years” sono ottimi esempi dell’eccelso livello qualitativo raggiunto da questa band che, è bene ricordarlo, è solo al debutto. A voler essere pignoli, molti brani hanno durate “importanti” che sfiorano l’eccessivo e forse, per il futuro, questi quattro musicisti faranno bene a stare attenti a non rincorrere l’autocelebrazione e spogliare la loro musica di orpelli troppo contorti, per non dire inutili; per la serie: “allungare il brodo non è mai positivo”! Tale considerazione, puramente a titolo personale, non toglie però nulla al valore di questo “Visions from cosmos 11” (perché poi un “11”, quando è un primo album?); fans dell’hard rock tenete d’occhio questi Lucid Dream perché potranno regalarvi ottime sorprese!

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

I francesi Lonewolf raggiungono il traguardo di dieci dischi in studio
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un disco con ombre e luci per i Just Before Dawn di Anders Biazzi
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il debut album dei Proscription si candida ad essere la maggior sorpresa estrema del 2020
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Persino Umberto Eco trova un piccolo spazio nel terzo macigno degli Ossuary Anex
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dalla Scozia il brutale assalto degli Scordatura
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Diamond In The Rough - pop rock che ci riporta agli Eighties
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Continua senza sosta la crescita degli Agony Face
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Per gli Angelic Desolation un EP fin troppo breve
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il nuovo lavoro di Winterblade dalle tinte Dark e Black.
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Kalahari: Un buon mini concept tra mitologia e realtà
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un secondo album che sa il fatto suo quello dei russi Drops Of Heart
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Sin Circus: metal moderno e voce femminile sono gli ingredienti di questo piacevole disco
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla