A+ A A-
 

Anche il Belgio può rockeggiare con i Megasonic! Anche il Belgio può rockeggiare con i Megasonic! Hot

Anche il Belgio può rockeggiare con i Megasonic!

recensioni

gruppo
titolo
Intense
etichetta
Mausoleum
Anno
TRACK LISTING: 
01. Sonic Tension
02. Bombs Away
03. Demon’s Lust
04. Witches Brew
05. Future Shock
06. Love Lost Love
07. Crash and Burn
08. Run for Cover
09. Raging Heart
10. Eye of the Storm
11. Man in the Moon
12. Down to Mexico
13. Does Your Mother Know
 
Band:
Dimitri Verhoeven
Lead & backing vocals, keyboards, keyboard solos, drums & orchestration 
Jeroen De Bock 
Lead & rhythm guitars, bass guitar, backing vocals, keyboards, drums & orchestration
Lieven De Wolf
Lead & rhythm guitars, bass guitar & backing vocals

opinioni autore

 
Anche il Belgio può rockeggiare con i Megasonic! 2014-09-29 09:30:52 Federico Orano
voto 
 
3.5
Opinione inserita da Federico Orano    29 Settembre, 2014
#1 recensione  -   Guarda tutte le mie opinioni

Ammetto che l'artwork di "Intense" non mi ha attirato moltissimo all'ascolto di questo debutto dei Megasonic, band belga formata da tre amici Jeroen, Lieven and Dimitri tre polistrumentisti nordici.

Parliamo di hard rock classico ma dal sound moderno tra Van Halen, Aerosmith, Whitesnake, UFO, Alter Bridge.
I Megasonic sono ruvidi, le loro songs sono accompagnate da chitarroni potenti e dalla tonalità bassa, inseriscono qua e là dei coretti e anche la voce di Dimitri si sposa bene col sound della band. La song d'apertura è un chiaro esempio di dove vogliono portarci questi ragazzi belgi, ma la stessa "Witches Brew" racchiude in sè tutte le caratteristiche sonore di questo lavoro, per uno dei brani sicuramente più riuscti. Con "Future shock" i Megasonic superano le barriere dell'hard rock per un pezzo heavy veloce, aggressivo, ma "Intense" è un disco molto vario lo testimonia la successiva semi ballad "Love lost love" con tante orchestrazioni e la melodica "Man on the moon".

Anche il Belgio può rockeggiare con i Megasonic che non potevano scegliere titolo migliore per il loro debutto: "Intense" Un disco INTENSO, potente ed interessante tra hard rock, heavy metal e alternative/modern rock, che potrà portare molto gradimento a chi, quando indossa le cuffie, non si pone alcuna barriera sonora.

Trovi utile questa opinione? 
10
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Dyrnwyn: Si torna a narrare Roma
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Secondo disco ma ancora parecchia strada da fare per i Prima Nocte
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
State of Salazar quattro anni dopo, un altro pieno centro
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Magic Dance un salto negli anni 80 con un Aor iper melodico
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Tornano dopo dieci anni con un disco davvero ben fatto i Forest of Shadows
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Dawn Ahead, thrash ispirato agli USA, ma dalla Germania
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il primo disco solista di Kikis A. Apostolou, chitarrista degli Arrayan Path
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ace Mafia un ep niente male per i fans dell'hard rock dalle sonorità moderne
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Watershape, un prog metal dove spesso viene colpevolente poco curato l'aspetto melodico.
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Nerobove scandagliano il malessere umano con un sound azzeccatissimo
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla