A+ A A-
 

Melodic metalcore dall'Ucraina! Melodic metalcore dall'Ucraina! Hot

Melodic metalcore dall'Ucraina!

recensioni

titolo
Anywhere Is Everywhere
etichetta
Another Side Records
Anno

1. Anywhere Is Everywhere 03:46
2. I Was Betrayed 03:27
3. Deja Vu 04:09
4. Dark Skies 04:31
5. Can't Take It 02:46
6. Morrow 03:03
7. Rise 04:07
8. I Hate You 03:15
9. I Don't Believe 04:53

opinioni autore

 
Melodic metalcore dall'Ucraina! 2015-01-09 15:57:15 Roberto Orano
voto 
 
3.5
Opinione inserita da Roberto Orano    09 Gennaio, 2015
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Arrivano dall'Ucraina i debuttanti "Thanks For Your Pain", band a oggi mai sentita, ma che sin dalle prime note di questo full lenght "Anywhere is Everywhere" dimostra di saperla lunga in termini di songwriting, sfornando per l'appunto una serie di riff di netta matrice melodic death europea stile In Flames e Soilwork che però vanno a improntarsi verso tendenze più metalcore, dando così vita ad una specie di metalcore melodico che il gruppo ha ben pensato di infarcire con dei refrains melodicissimi, e se pensiamo che tutto quanto è accompagnato dal primo secondo fino alla fine da una voce pulita stile heavy, allora possiamo immaginare quanto catchy possa diventare la proposta in questione.
Ma i Nostri non si perdono mai in fraseggi troppo banali, nè in soluzioni da teenagers, e così a forza di riff sfrontati e cambi di tempo pesanti, riescono a divertire l'ascoltatore, che ahimè talvolta dovrà far finta di non sentire la voce, troppo monotona sulla lunga distanza.
Non male come debut, per una band che comunque dimostra di avere le carte in regola per poter dare alle stampe dei buoni lavori, da notare anche la tecnica e il buongusto nelle due tracks strumentali.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Gli Ironsword non convincono
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Heavy Rock Radio: alcuni classici cantati da Jorn
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ritornano i Mystery Blue, senza infamia e senza lode
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Easy Action, golosa ristampa per gli amanti dell'AOR degli anni 80
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Quarto album per i nostri Lunarsea: il migliore della loro carriera
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli Hazzerd si confermano su standard qualitativi elevati
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Gli Alkira non entusiasmano
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Classic rock da gustare senza indugi. Fidatevi dei veterani Mallet!
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I canadesi Sophist sono rimandati al prossimo lavoro (di prossima uscita)
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un buon debutto per gli americani Frogg, ma con qualcosa da migliorare per il futuro
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un debut album discreto per i blackened death metallers americani Deadspawn
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Molto interessante, seppur breve, il debut EP dei canadesi Unburnt
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla