A+ A A-
 

Fake The Face, melodie moderne tra sogno e realtà Fake The Face, melodie moderne tra sogno e realtà Hot

Fake The Face, melodie moderne tra sogno e realtà

recensioni

titolo
Everything Happens For A Reason
etichetta
Autoproduzione
Anno

LINE-UP

Michele Gobbi - voce

Daniele Ciabocco - chitarra

Daniele Antonini - chitarra

Alessandro Poloni - chitarra

Leonardo Lambertucci - basso

Matteo Cavallaro - batteria

 

TRACKLIST

01. Ocean

02. No excuse

03. Dreaming Through

04. A Life Consequence: Good Family

05. Synthetic Breath

06. The Last Day

07. Mistakes

08. Amnesia

09. Callista

10. Behind The Glass

opinioni autore

 
Fake The Face, melodie moderne tra sogno e realtà 2015-04-21 10:56:20 Chiara
voto 
 
3.5
Opinione inserita da Chiara    21 Aprile, 2015
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Che cos’è il crossover-djent metal? Di solito odio etichettare le band come un prodotto sugli scaffali del supermercato, ma se ascoltate “Everything Happens For A Reason”, esordio risalente al 2013 dei Fake The Face, lo scoprirete. La band, attiva dal 2009, ha lavorato per quattro intensi anni affrontando diverse difficoltà e incidenti di percorso (vedi alla voce cambi di line-up) prima di approdare al debutto discografico e soprattutto alla conquista di una propria identità sonora, fatta di melodia, ritmi complessi ma allo stesso tempo intimi e profondi, e tonnellate di passione.

“Everything Happens For A Reason” è infatti un album che per la sua immediatezza e la sua componente sentimentale (ma mai patetica e “poppeggiante”) riesce ad entrare nel cuore di molti, compresi i fan di sonorità più estreme. Ulteriore nota di merito che contribuisce a dare all’album un’impronta di qualità e innovazione è il mastering, eseguito negli storici Fascination Street Studios che per chi non lo sapesse, sono una vera e propria istituzione, vantando collaborazioni con band del calibro di At The Gates, Dragon Force, Amon Amarth, solo per citarne alcuni.
Ma torniamo ai nostri Fake The Face e al loro ottimo lavoro, costruito su ritornelli catchy e riff eterei (“Dreaming Through”) e un songwriting che evoca atmosfere oniriche e malinconiche, riprese anche dall’artwork della copertina e del booklet. Lo stile moderno e accattivante risiede anche nel massiccio utilizzo dell’elettronica e dei synth, come testimoniato dal trip visionario di “Synthetic Breath”. “The Last Day” invece è il pezzo più energico di “Everything Happens For A Reason”, complice anche il featuring alla chitarra dell’eccellente Ralph Salati dei Destrage e una buona dose di growl e ritmo, che male di certo non fanno e non vanno ad inficiare il mood dell’album.

Chiamatelo crossover-djent metal, modern metal o come preferite: sta di fatto che la buona musica non ha bisogno di etichette, e i Fake The Face ne sono la dimostrazione, grazie alla loro proposta fresca e attuale ma che di certo non scende a compromessi con le logiche di mercato.

Trovi utile questa opinione? 
50
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Il primo disco degli Hatriot senza Steve "Zetro" Souza
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dalla Russia i Deva Obida, malinconici e melodici
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
E' convincente il debutto dei francesi Dreamslave
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Twilight Force sono pronti a superare i loro maestri
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
The Holeum, Allaroundmetal recensisce in anteprima il nuovo disco della band spagnola!
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

C'è molto da lavorare per i Rot Schimmel
Valutazione Autore
 
1.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ep di debutto per The Last Martyr, band australiana che suona un post hardcore melodico
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Culloden ed una proposta anacronistica
Valutazione Autore
 
1.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli Infrared compiono qualche passo avanti
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla