A+ A A-
 

Heavy old school per i canadesi Iron Kingdom Heavy old school per i canadesi Iron Kingdom Hot

Heavy old school per i canadesi Iron Kingdom

recensioni

titolo
Ride For Glory
etichetta
Autoproduzione
Anno

1.) On The Eve Of Battle
2.) Leif Erikson
3.) Ride For Glory
4.) Lady Triệu and the Kingdom Of Wu
5.) The Samurai
6.) Night Attack
7.) A Call to Arms
8.) The Veiled Knight

opinioni autore

 
Heavy old school per i canadesi Iron Kingdom 2015-08-19 08:01:48 Celestial Dream
voto 
 
3.0
Opinione inserita da Celestial Dream    19 Agosto, 2015
#1 recensione  -   Guarda tutte le mie opinioni

Gli Iron Kingdom arrivano dal Canada per regalarci 8 songs di heavy metal tradizionale, prendendo spunto dai soliti grandi nomi ovvero Maiden e Priest e con "Ride for glory" pubblicano il loro terzo lavoro.

Dopo l'intro partono sette brani classici e vecchio stampo con le chitarre a disegnare la trama di song potenti e in your face con la voce particolare di Chris Osterman. Il singer tra Morby e Halford mette dedizione in brani come "Leif erikson" che ricorda i Maiden piu epici e dove il basso di Leighton è ben in evidenza. Manca probabilmente un pò di personalità nel cantato e in fase di songwriting, alcuni brani necessiterebbero di qualche ritornello impreziosito da qualche coretto di facile presa, invece gli IK spesso commettono qualche errore di giovinezza. Certo che sono da apprezzare per la passione che ci mettono e seppur "Ride for glory" non sarà ricordato nella storia, merita senza dubbio una piena sufficienza grazie anche a brani come "The samurai" e la title track.

I defenders vecchio stampo potranno dare un ascolto a questo disco di breve durata e probabilmente troveranno pane per i loro denti. Tutti gli altri sono tenuti a guardarsi altrove.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Damnation Gallery: l'inferno può attendere.
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Synthetic: un mix di varie sonorità che potrebbe colpire più di qualche ascoltatore!
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un "Best of" per ripercorrere la carriera di Mark Boals con le sue band
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Con questo quarto album i Marche Funèbre mostrano una crescita esponenziale
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un altro ritorno a lungo atteso con gli olandesi Arsebreed
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Un debut album non propriamente per tutti quello dei Greybeard
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un po' troppi generi e sottogeneri convivono nel sound del debut album degli Aal
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ai Memoremains serve una chitarra più protagonista
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Prodotti del genere lasciano il tempo che trovano: tornano i Tension Rising!
Valutazione Autore
 
1.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Nyxem propongono un album interamente realizzato con sintetizzatori e suoni campionati
Valutazione Autore
 
1.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Winter Nights: Un melodic death poco melodic e tanto death
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla