A+ A A-
 

OTTIMO NUOVO DISCO PER I NILE! OTTIMO NUOVO DISCO PER I NILE! Hot

OTTIMO NUOVO DISCO PER I NILE!

recensioni

gruppo
titolo
"What Should Not Be Unearthed"
etichetta
Nuclear Blast
Anno

Line Up:

 

Karl Sanders: chitarra, basso, voce

Dallas Toler-Wade: chitara, basso, voce

George Kollias: batteria

 

Tracklist:

 

1. Call to Destruction

2. Negating the Abominable Coils of Apep 

3. Liber Stellae Rubeae

4. In the Name of Amun 

5. What Should Not Be Unearthed 

6. Evil to Cast Out Evil

7. Age of Famine 

8. Ushabti Reanimator

9. Rape of the Black Earth

10. To Walk Forth from Flames Unscathed

opinioni autore

 
OTTIMO NUOVO DISCO PER I NILE! 2015-08-31 09:43:05 Michele Alluigi
voto 
 
4.5
Opinione inserita da Michele Alluigi    31 Agosto, 2015
Ultimo aggiornamento: 31 Agosto, 2015
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

i Nile hanno sempre avuto qualcosa di affascinante attorno alla loro immagine e alla loro carriera, vuoi per la loro formazione, nata nel lontano 1993 da un Karl Sanders, all'epoca roadie dei Morbid Angel, vuoi per il range tematico da loro trattato, che dai racconti di Lovecraft, in particolare il ciclo di Cthulhu , passa a tutto l'esoterismo ed il tocco esotico dell'antico Egitto; fatto sta che fin dal loro esordio sono sempre stati interessantissimi ed originali. Il loro infatti è un brutal death metal che si rende immediatamente riconoscibile, ed è proprio questo che differenzia le band con la B maiuscola dal resto dei musicanti, ciò ha sempre fatto sì che ogni loro lavoro spiccasse immediatamente per la potenza e la cattiveria sprigionata da questi tre musicisti. Il nuovo "What Should Not Be Unearthed" sembra in qualche modo riferirsi ai Nile stessi, quasi a descrivere un antico demone egiziano che è meglio non risvegliare poiché portatore di una malvagità sonora che potrebbe annientare l'umanità, ma come nelle migliori pellicole hollywoodiane, c'è sempre qualche ignaro esploratore che, inoltratosi nella tomba, apre il sarcofago che custodisce questo male oscuro liberandone la demoniaca presenza che vi riposava da millenni. Tutti i membri della band appaiono in formissima come sempre, Dallas Toler Wade e Karl Sanders sfoggiano nuovamente uno stile unico ed originalissimo, che dalla possenza dei power chords nelle ritmiche più sulfuree e doom passa alla velocità adrenalinica dei riff più spaccaossa e dei solos sempre ricchissimi di sweep picking e tapping con una fluidità che scorre via brano dopo brano, dando infine sfoggio di un'interpretazione vocale che ne fa dei veri e propri sciamani. La sezione ritmica si presenta poi come un macchinario perfetto e precisissimo in ogni passaggio, il drumming di Kollias è come sempre spedito e chirurgico (come se il drummer greco avesse ancora bisogno di presentazioni) ed il basso (registrato in studio da Sanders e Toler Wade ma suonato dal vivo dal preparatissimo Chris Lollis) sostiene il tutto arricchendo un monolite sonoro già spesso di per sè. Con queste dieci nuove tracce di altissima fattura, sia dal punto di vista compositivo, dove eccelle ancora una volta tutto l'estro compositivo e tecnico dei tre musicisti, che dal punto di vista della post produzione, eccellente in tutti i dettagli, i fans dei Nile non potranno che esaltarsi di fronte a questo nuovo magico rituale extreme.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Aprendo il portale tra la vita e la morte...inchinatevi ai Winternius
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il debutto degli Ignited raggiunge la sufficienza
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Doro: una regina affezionata alle proprie sonorità
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Warkings è sinonimo di qualità
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dalla Finlandia il martellante Blackened Death dei Sepulchral Curse
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Una nuova sfilza di ospiti ed un altro buonissimo album: tornano i Buried Realm
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Damnation Angels: ritorno in gran stile!
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Chrysarmonia: pronti per il full length
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Elvenpath, non ci siamo proprio!
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Princess: “Lovely Heaven Crazy Band” è un disco a fasi alterne
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla