A+ A A-
 

Altro lavoro di assoluto valore per i Stormzone Altro lavoro di assoluto valore per i Stormzone Hot

Altro lavoro di assoluto valore per i Stormzone

recensioni

gruppo
titolo
Seven Sins
etichetta
Metal Nation Records
Anno

BAND:

John "Harv" Harbinson - vocals
Steve Moore - guitars
Davy Bates - drums
Graham McNulty - bass

 

 

Tracks:

1. Bathsheba

2. Another Rainy Night

3. Your Time Has Come

4. The One That Got Away

5. I Know Your Pain

6. Seven Sins

7. You’re Not The Same

8. Raise The Knife

9. Abandoned Souls

10. Special Brew

11. Master Of Sorrow

12. Born Of The Damned

opinioni autore

 
Altro lavoro di assoluto valore per i Stormzone 2015-09-29 07:37:06 Federico Orano
voto 
 
4.5
Opinione inserita da Federico Orano    29 Settembre, 2015
#1 recensione  -   Guarda tutte le mie opinioni

Quinto album in studio per i Stormzone, band che proviene da Belfast, Irlanda. Ho sempre apprezzato questa band fin dal loro esordio "Caught In The Act", per la loro capacità di scrivere ottime songs e dischi validissimi, senza inventare nulla ma spinti da una passione che è indiscutibile come è indiscutibile che il gruppo nordico abbia raccolto meno di quanto abbia meritato in tutti questi anni, nonostante alcuni riconoscimenti come le partecipazioni allo Sweden Rock e al Wacken. Vederli dal vivo quest'anno in Spagna (al Leyendas del Rock Festival) ha confermato tutte le impressioni positive che avevo su di loro, una band onesta e modesta ma che quando sale sul palco fa di tutto per la buona riuscita dello show trasmettendo una gran carica.

I brani degli Stormzone, anche in questo nuovo "Seven Sins", sono potenti e di chiara scuola classic metal/ NWOBHM con una produzione pulita, un'esecuzione precisa e delle melodie davvero intriganti come ad esempio nella splendida "Another Rainy Night" che vi stregherà con il suo ritornello tanto semplice quanto ubriacante! Il disco contiene 12 songs di gran valore, come "Bathsheba" e la title track. Favoloso il mid tempo "The One That Got Away" con un refrain che si stampa e continua a girare in testa e "Raise the knife" è un'altra hit assoluta, tra heavy e classic metal gettando le basi negli 80's. Nel finale l'epica e orecchiabile "Born Of The Damned" ha il compito di chiudere al meglio questo disco, l'ennesimo lavoro riuscito di una carriera solida per questa band.

"Seven sins" è un album di spessore che conferma gli Stormzone come band di assoluto valore. Se già li conoscete potete andare sul sicuro altrimenti forse è il caso corriate ai ripari e facciate vostro questo dischetto!

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Welcome back, Morbid Angel!
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Heavy di qualità con i Mega Colossus
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La ristampa dell'esordio dei Dethonator
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Debut album per i Khazaddum: Tolkien in chiave Death Metal
Valutazione Autore
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ristampato da Season of Mist il debutto degli svizzeri Virvum
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ai Cobra serve un cantante differente
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Female fronted melodic metal con i brasiliani Vienna
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Debutto per gli Shadowpath, nuova band di metal sinfonico proveniente dalla Svizzera.
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una nuova leva della scena Death maltese alza la testa: ottimo l'EP dei Bound to Prevail
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Brutalità ragionata ma potente! - Divination degli HELSLAVE
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla