A+ A A-
 

Armory: un gran lavoro di power metal rimasto fin troppo nascosto Armory: un gran lavoro di power metal rimasto fin troppo nascosto Hot

Armory: un gran lavoro di power metal rimasto fin troppo nascosto

recensioni

gruppo
titolo
Empyrean realms
etichetta
Matavania Music
Anno

Songs:
01. Eternal Mind
02. Dreamstate
03. Beyond The Horizon
04. Reflection Divine
05. Horologium
06. Elements Of Creation
07. Inner Sanctum
08. Fate Seeker
09. Quest For The Fleece

 


Band: Adam Kurland – Vocals Joe Kurland – Guitars, Drums Chad Fisher – Guitars Thomas Preziosi – Bass Peter Rutcho – Keyboards

opinioni autore

 
Armory: un gran lavoro di power metal rimasto fin troppo nascosto 2015-10-11 09:42:08 Federico Orano
voto 
 
4.5
Opinione inserita da Federico Orano    11 Ottobre, 2015
#1 recensione  -   Guarda tutte le mie opinioni

Uno dei migliori dischi usciti negli ultimi anni nella scena power metal ma rimasti molto nascosti nel mercato discografico, è quello degli americani Armory. Il loro debutto "Empyrean realms" ha messo in luce la classe di un giovane sestetto tecnico ed ispirato.

Il sound getta le basi senza dubbi sul power metal melodico alla Statovarius ma rivisto in chiave più elaborata con riferimenti a Savatage e Crimson Glory (e in generale alla scena americana) e qualche passaggio più heavy prog e i nove brani qui presenti sono tutti di alto livello compositivo con aperture melodiche di gran impatto senza cadere nella banalità Ascoltate "Dreamstate" per accorgervi di quanto è vero ciò che dico, un brano davvero impeccabile, non banale ma allo stesso tempo molto facile da ascoltare. La successiva "Beyond the horizon" mostra il lato più melodic della band, con tastiere in evidenza ad accompagnare le linee vocali del bravo Adam Kurland, mentre "Reflection divine" ci conduce su sentieri più progressivi. Nel finale si torna a spingere sull'acceleratore con "Fate seeker" che parte con ritmiche prog prima di trasformarsi in una gran power song e poi "Inner sanctum", altro brano da appalusi con cambi di tempo e un bel refrain da cantare.

Nella marea di uscite discografiche è facile perdersi qualcosa e gli Armory non sono stati pubblicizzati a dovere. Ma "Empyrean realms" è un gran lavoro sotto ogni punto di vista. Un disco obbligatorio!

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Il primo disco degli Hatriot senza Steve "Zetro" Souza
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dalla Russia i Deva Obida, malinconici e melodici
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

I nostrani The Big Jazz Duo, tra deathcore e sinfonia, tirano fuori un Ep che spacca!
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
C'è molto da lavorare per i Rot Schimmel
Valutazione Autore
 
1.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ep di debutto per The Last Martyr, band australiana che suona un post hardcore melodico
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Culloden ed una proposta anacronistica
Valutazione Autore
 
1.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla