A+ A A-
 

Mortician: ritorno al classico Mortician: ritorno al classico Hot

Mortician: ritorno al classico

recensioni

gruppo
titolo
Shout For Heavy Metal
etichetta
Pure Underground Records
Anno

Line up.

Daniel Khan – vocals

Thomas Metzler – guitars

Patrik Lercher – bass

Alex – drums 

 

 

Track list:

1. Shout For Heavy Metal

2. Eagle Spy

3. Promised Land

4. Rock Power

5. The Devil You Know

6. Black Eyes

7. Inner Self

8. Hate

9. Wrong Wa

opinioni autore

 
Mortician: ritorno al classico 2016-01-06 17:11:14 Eugenio
voto 
 
3.5
Opinione inserita da Eugenio    06 Gennaio, 2016
Ultimo aggiornamento: 06 Gennaio, 2016
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Mah, le premesse c’erano tutte: intitolare un album “Shout For Heavy Metal”, una partenza a razzo con la prima traccia (la titletrack appunto)... fino a qui ero convinto che i Mortician avessero già vinto tutto. Purtroppo mi sono dovuto ricredere… anzi, no! Questo album è bello, assolutamente già sentito, ma a chi interessa? La seconda canzone (“Eagle Spy”) e specialmente la terza (“Promised Land”) sono molto buone, quest’ultima riesce ad evocare anche molta malvagità, fatto assolutamente positivo. “Rock Power” è invece un gran bell’inno, non segnerà la storia, ma ci fa scapocciare allegramente; “The Devil You Know” ha un livello di "zolfosità" hard rock veramente notevole, specialmente se aggiunta ad una voce malata ed alle chitarre affilate come rasoi. “Black Eyes” è un altro assalto che non lascia scampo; la batteria e il basso mietono vittime in “Inner Self”, poi una prestazione vocale veramente notevole, il miglior brano del lavoro!
Ed ecco“Hate” che parte con un dolce arpeggio e una parte parlata, per poi diventare decisamente più vigorosa, probabilmente i Mortician volevano scrivere una ballad ed è uscita questa canzone qui. Il lavoro si chiude con “Wrong Way”, buon pezzo ma probabilmente il brano più debole.
Che dire, volete una mezzora/quarantacinque minuti di buon metal classico? Se la risposta è si, date un ascolto a “Shout For Heavy Metal”, non ve ne pentirete.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Gli Psychomancer hanno forse un po' troppo "allungato il brodo"
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dagli States i Sentient Horror mostrano il loro amore verso lo Swedish Death Metal
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Tornano dopo 12 anni i veterani del Death Metal teutonico: nono album per i Fleshcrawl
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ennesima prova strepitosa per i Cattle Decapitation
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Vastator, only for die-hard fans
Valutazione Autore
 
1.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Per gli australiani Alchemy un debut EP che lascia ottime speranze per il futuro
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Metal sinfonico neoclassico in questo primo album dei messicani Yeos.
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ep di quattro brani dediciti ad un heavy metal grezzo ed old school per gli Olymp
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Seppur breve, convince l'EP dei californiani Larvae
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Per i britannici Itheist un debutto (col nuovo nome) senza infamia e senza lode
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Debutto per la tastierista dei Cradle of Filth: Martyr di Lindsay Schoolcraft!
Valutazione Autore
 
2.8 (2)
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla