A+ A A-
 

Melodic Hard Rock con Tommy Denander Melodic Hard Rock con Tommy Denander Hot

Melodic Hard Rock con Tommy Denander

recensioni

gruppo
titolo
Legacy of Life
etichetta
Escape Music
Anno

1. Turn My Heart To Stone
2. Kiss Of Death
3. Break The Law
4. Shoot Me Down
5. Sunset Rider
6. Tell me
7. More Than Meets The Eye
8. Is This Love
9. Show Me The Money
10. Dead-End Street

opinioni autore

 
Melodic Hard Rock con Tommy Denander 2012-10-20 13:07:37 Federico Orano
voto 
 
3.0
Opinione inserita da Federico Orano    20 Ottobre, 2012
#1 recensione  -   Guarda tutte le mie opinioni

Gli Impera non sono altro che un nuovo progetto di Hard Rock Melodico nato dalla mente di J. K. Impera che è riuscito a completare la formazione con personaggi di spicco come Matti Alfonzetti al microfono, Mats Vassfjord al basso e soprattutto Tommy Denander alla chitarra. Legacy of life esce tramite la storica Escape Music ed è un disco composto da 10 tracce di puro Melodic Hard Rock, compatto e diretto, di quello dove a farla da padrone è la chitarra, con le tastiere molto nascoste e la quasi assenza di cori; tanto per capirci possiamo dire che lo stile segue un po' quello dei grandi Mr Big.

Ammetto che avevo parecchie attese per questo disco, in effetti basta il nome Denander per far accrescere le aspettative. Abbiamo imparato in questi anni quanto Tommy sia una certezza di qualità, ma in “Legacy of life” non deve aver messo troppo le mani sui pezzi, limitandosi al ruolo di musicista, ed il disco non verrà ricordato, a mio parere, neanche in questo 2012 ricco di buone uscite nel genere. Detto questo le belle canzoni non mancano, come la Aor Style “Kiss of death” e la veloce e melodica “Shoot me down”. Alfonzetti si dimostra singer di alto rango capace di innalzare il livello di ogni singola song grazie al suo lavoro vocale; nonostante questo, l'ascolto di alcune canzoni contenute in “Legacy of life” lascia un po' indifferenti e così ci si accorge che pezzi come “Sunset Rider” e “More than meets the eye”, tanto per citarne un paio, passano senza lasciare alcun segno.

In definitiva questo debutto targato Impera non può che passare con una “misera” sufficienza visto che nonostante le premesse molto alte derivate dai musicisti coinvolti, i brani non riescono a farci saltare dalla sedia. Due ottimi pezzi non bastano speriamo, se ci sarà un nuovo album della band, che Denander sia coinvolto in fase di songwriting.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Dalla Grecia il melodic death malinconico dei Gentihaa
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I capitolini Enemynside tornano con un thrash onestissimo e funzionante
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Wormhole: quando lo Slam/Brutal incontra il Progressive Death di scuola canadese
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

I canadesi Sophist sono rimandati al prossimo lavoro (di prossima uscita)
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un buon debutto per gli americani Frogg, ma con qualcosa da migliorare per il futuro
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un debut album discreto per i blackened death metallers americani Deadspawn
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Molto interessante, seppur breve, il debut EP dei canadesi Unburnt
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Congiura: quando la fenice rinasce dalle sue ceneri
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dalla Russia un buon prodotto Melodic Death/Black da parte della one man band Doom Rot
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla