A+ A A-
 

Splendido il terzo album dei tedeschi Nailed to Obscurity Splendido il terzo album dei tedeschi Nailed to Obscurity Hot

Splendido il terzo album dei tedeschi Nailed to Obscurity

recensioni

titolo
King Delusion
etichetta
Apostasy Records
Anno

Line Up:
Raimund Ennenga - vocals
Jan-Ole Lamberti - guitars
Volker Dieken - guitars
Carsten Schorn - bass
Jann Hillrichs - drums

Tracklist:
1. King Delusion
2. Protean
3. Apnoea
4. Deadening
5. Memento
6. Uncage my Sanity
7. Devoid
8. Desolate Ruin 

opinioni autore

 
Splendido il terzo album dei tedeschi Nailed to Obscurity 2017-02-02 22:00:45 Daniele Ogre
voto 
 
4.5
Opinione inserita da Daniele Ogre    02 Febbraio, 2017
Ultimo aggiornamento: 02 Febbraio, 2017
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Arrivano alla pubblicazione del terzo album i tedeschi Nailed to Obscurity, band formatasi nel 2005 e che già nel 2013 aveva rilasciato con "Opaque" un gran bel lavoro (il debut album "Abyss" del 2007, mea culpa, non l'ho mai ascoltato). Il sound del quintetto teutonico è un Melodic Doom/Death Metal dal flavour decisamente scandinavo, tant'è che da subito chi è avvezzo al genere potrà trovare qualche similitudine con gli October Tide.

In quasi un'ora di durata di "King Delusion" i Nailed to Obscurity dimostrano una maturità compositiva impressionante e doti tecniche opethiane (periodo "Blackwater Park"-"Deliverance", per intenderci). Un album che riesce ad essere tanto melodico quanto roccioso, in cui molta importanza hanno le atmosfere; a riff classici del genere che danno al tutto quell'aurea malinconica, si unisce nel lavoro dei Nailed to Obscurity un sapiente uso di clean vocals che riescono a dare al tutto il giusto pathos, ed esempio lampante lo abbiamo subito con la canzone No.2, "Protean": è nei momenti come la parte centrale di questo pezzo che l'influenza di una band quantomeno seminale come gli Opeth si fa ancora più forte. La durata non certo esigua dei pezzi potrebbe sembrare un "ostacolo" ostico, ma è invece qui che si denota la maturità compositiva dei NtO, capaci di non far calare mai l'attenzione nemmeno sulle lunghissime "Uncage my Sanity", vero e proprio gioiello della corona di quest'opera, e "Desolate Ruin". E se "Uncage my Sanity" può esser definito il gioiello della corona, "Deadening" è un vero e proprio diamante, già solo per il bellissimo arpeggio iniziale intrecciato ad una voce appena sussurrata e spettacolari cori onirici.

Il Doom/Death, melodico o meno, sta pian piano diventando un genere sempre meno di nicchia, grazie ad un buon numero di bands che stanno sostanzialmente sdoganando questo tipo di sound. "King Delusion" dei Nailed to Obscurity è, ne sono certo, solo il primo grande album di quest'annata in questo particolare genere in cui, oltre che la musica, c'è d'importante l'interconnessione con i sentimenti, per quanto negativi, per la maggiore, siano. I fan degli Opeth - e non parlo di quella roba settantiana che fanno ora - avranno pane per i loro denti con questa band: il mio consiglio è quello di procurarseli il prima possibile.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Death/Black marcio e violento per la one man band statunitense Sxuperion
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Debuttano con un album marcio e malato fino al midollo gli olandesi Distant
Valutazione Autore
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Distruttivo, violento e feroce: il terzo album degli israeliani Shredhead
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dispnea, black depressivo da Napoli, un grande inizio!
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gaahls Wyrd, un disco sopravvalutato..
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Handful Of Hate, un ritorno da brividi!
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Opeth ed Agalloch (e non solo) s'incontrano nel grandioso operato degli Atlas Entity
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Thrash con sfumature prog in questo primo full-length dei tedeschi Sweeping Death
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Asymmetric Universe: fusion metallica!!!
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Secondo album del polistrumentista e compositore Vincenzo Marretta
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Interessante debutto cantato in francese per i Thrash la Reine
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il sentiero dei Locus Animæ è illuminato dalla Luna...
Valutazione Autore
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla