A+ A A-
 

Buon biglietto da visita il secondo demo dei deathsters lombardi Crypt of the Whisper Buon biglietto da visita il secondo demo dei deathsters lombardi Crypt of the Whisper Hot

Buon biglietto da visita il secondo demo dei deathsters lombardi Crypt of the Whisper

recensioni

titolo
Forgotten in Rotting Ground
etichetta
Autoproduzione
Anno

Line Up:
Fabio - vocals
Claudio - guitars
Luca - bass
Beppe - Drums

Tracklist:
1. Mocked Servant
2. Forgotten in Rotting Ground
3. Grotesque Epitaph
4. Devoured by Ancient Spirit 

opinioni autore

 
Buon biglietto da visita il secondo demo dei deathsters lombardi Crypt of the Whisper 2017-03-11 10:35:24 Daniele Ogre
voto 
 
3.5
Opinione inserita da Daniele Ogre    11 Marzo, 2017
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Formatisi nel 2011 e dopo aver rilasciato un primo demo CD, omonimo, nel 2013, i bresciani Crypt of the Whisper trovano una line up stabile quando al fondatore Beppe (batterista, ex-Ulvedharr), si unirà il chitarrista Claudio, anch'egli ex-Ulvedharr. Con loro due, più Fabio alla voce e Luca al basso, la band lombarda pubblica questo secondo demo CD, "Forgotten in Rotting Ground".

Leggo dalle info che, con questo lavoro, i COTW abbiano cambiato la loro proposta rispetto al Death Old School degni inizi (influenzati da Asphyx, Incantation e Morbid Angel). Non posso ovviamente fare il confronto tra i due lavori, ma su una cosa devo concordare su quanto ho letto: i pezzi sono ben strutturati, denotando un songwriting già discreto ed una tecnica niente male. Per quanto, l'influenza degli Incantation resta, a mio avviso, onnipresente. In poco meno di 1/4 d'ora i COTW riescono a presentare un biglietto da visita sufficiente a far drizzare le orecchie. In certi punti, tra l'altro, specie nella conclusiva "Devoured by Ancient Spirit", possono anche ricordare un'altra band lombarda di cui, personalmente, sento ancora la mancanza: i purtroppo sciolti Vomit the Soul.

Sono sinceramente curioso di poterli sentire su una distanza ben più lunga di quella di un EP. Messi nelle giuste mani, i COTW potrebbero anche togliersi un po' di soddisfazioni. E quando dico "messi nelle giuste mani", intendo apertamente la Everlasting Spew Records. Attendiamo... e staremo a vedere.

Trovi utile questa opinione? 
21
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

I Khemmis si confermano tra i protagonisti del doom contemporaneo.
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli svedesi Craft come sempre fedeli alle proprie sonorità
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Gaerea confermano in toto quanto di buono sentito nell'EP di un paio d'anni fa
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Kalmah: Tutto secondo copione ma a noi va benissimo così
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Con "Exiler" i Construct of Lethe realizzano un lavoro monolitico
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il symphonic/melodic metal inspirato di casa Somerville
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Dissonante, straniante ed "esotica" la proposta dei Dischordia
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli Immortal Sÿnn hanno bisogno di scegliere una strada da percorrere
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Rites Of Sedition, mai giudicare un libro dalla copertina..
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un lavoro strumentale fin troppo prolisso per Carmelo Caltagirone
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ep che si concentra soprattutto su alcune cover per Parrys Hyde
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla