A+ A A-
 

Game Over. Il nuovo E.P. "spacca"! Game Over. Il nuovo E.P. "spacca"! Hot

Game Over. Il nuovo E.P. "spacca"!

recensioni

titolo
“Blessed Are The Heretics”
etichetta
Scarlet Records
Anno

 

1.  Blessed Are The Heretics
2. Mai Più
3. You Spin Me Round (Like a Record)
4. Mountains Of Madness
5. Fix Your Brain
6. C.H.U.C.K.

opinioni autore

 
Game Over. Il nuovo E.P. "spacca"! 2017-04-21 17:13:50 Corrado Franceschini
voto 
 
4.5
Opinione inserita da Corrado Franceschini    21 Aprile, 2017
Ultimo aggiornamento: 22 Aprile, 2017
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

A completare la triade dedicata ai ferraresi Game Over ecco arrivare, fresco di stampa, l’E.P. “Blessed Are The Heretics”. In verità a me sono arrivati i files delle sei canzoni che compongono questo lavoro quindi, per un’analisi precisa del suono, sarebbe bene acquistare il disco. L’E.P. a sei pezzi servirà come “passatempo” nell’attesa che i quattro ragazzi si decidano a sfornare un nuovo C.D. Nel frattempo, come detto, “torturiamoci allegramente” le orecchie. Si parte con la nuova di pacca (in tutti i sensi) “Blessed Are The Heretics”. Come era già accaduto per il precedente “Crimes Against Reality” i Game Over proseguono nella loro escursione verso territori musicali più tecnici e lo fanno creando un brano che è tra i più complessi della loro carriera. Il risultato è ottimo: un misto tra velocità, stacchi rallentati e ritmi massicci. La seconda canzone in scaletta è “Mai Più”, ovvero sia la riedizione “moderna” con testo in italiano di “No More” presente nel C.D. “Burst Into Quiet”. In questo caso, e qui arriviamo alle differenze sonore che potrebbero saltare fuori tra files e E.P. originale, avrei alzato un poco la voce di Renato “Reno” Chiccoli per fare comprendere a modo le parole. Comunque sia, la metrica si adatta benissimo e il brano non perde un’oncia del suo valore, grazie anche al lavoro delle chitarre di Sanso e Ziro che sfornano soli molto buoni. “You Spin Me Round (Like a Record)” è la cover dell’omonimo brano dei Dead Or Alive (R.I.P. Pete Burns). A dispetto di chi crede che un brano nato per le discoteche rimanga tale la velocità del ritornello, dove la voce diventa un ringhio, è pari a quella dell’Hardcore più oltranzista; ottima mossa. Gli ultimi tre brani sono dei pezzi dal vivo registrati durante i tour in Stati Uniti e Cina. “Mountains Of Madness” molla cazzotti sul viso a tutto spiano e senza pietà fino a lasciare chi ascolta in affanno di ossigeno, figuriamoci quando la vedete suonata dal vivo da 4 musicisti forsennati. “Fix Your Brain”, l’ennesima bordata, ha il basso in bella evidenza e le chitarre velocissime; con la batteria a complemento è palese come siamo di fronte a dei “guerrafondai” della musica. “C.H.U.C.K.” è come la marcia schiacciasassi di un Mammut ed è il degno suggello di “Blessed Are The Heretics”. Io vi consiglio spassionatamente di supportare i Game Over, sia dal vivo, che acquistando i lavori fatti fino ad ora, compreso questo E.P.

Trovi utile questa opinione? 
10
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Molta più melodia per i Mastercastle
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Finalmente un nuovo disco degli Athlantis
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli Antropofagus confermano come il Death Metal italiano non sia ormai secondo a nessuno
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Technical Death sperimentale e fantascientifico nel debutto dei Fractal Generator
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Pyogenesis : A Kingdom To Disappear, modernità e melodia
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

demo

Hypocras: Un ep con in mente gli Eluveite e...la musica dance
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Dimonra e la poliedricità
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Chasing The Serpent devono scegliere una strada precisa
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Urskog: one man band direttamente dalle foreste svedesi
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Grit, quando la passione non basta
Valutazione Autore
 
1.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Buon biglietto da visita il secondo demo dei deathsters lombardi Crypt of the Whisper
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla