A+ A A-
 

Best of degli Angra: quid pro? Best of degli Angra: quid pro? Hot

Best of degli Angra: quid pro?

recensioni

gruppo
titolo
Best reached horizons
etichetta
SPV/Steamhammer
Anno

 

Track-list:

CD1

1. Carry on

2. Angels cry

3. Wuthering heights

4. Evil warning

5. Nothing to say

6. Holy land

7. Carolina IV (Live)

8. Freedom call

9. Lisbon

10. Metal Icarus

 

 

CD 2

1. Nova Era

2. Rebirth

3. Hunters and prey

4. Spread your fire

5. Waiting silence

6. The course of nature

7. Salvation suicide

8. Arising thunder

9. Lease of life

10. Kashmir

opinioni autore

 
Best of degli Angra: quid pro? 2012-11-02 09:51:55 Ninni Cangiano
voto 
 
2.5
Opinione inserita da Ninni Cangiano    02 Novembre, 2012
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

In attesa che possa essere rintracciato un cantante nuovo che non faccia rimpiangere il buon Edu Falaschi e che, magari, possa far tornare la band ai fasti dell’era André Matos, gli Angra decidono di dare alle stampe un “best of”, diviso in due cd nei quali sono giustamente separati i pezzi cantati dai due predetti singer. Questo lavoro, come quasi tutte le raccolte, puzza di operazione commerciale per raccattare soldi in periodi di vacche magre, come quello che sta attraversando la band brasiliana, che negli ultimi 6 anni ha pubblicato solamente 2 dischi. Se a questa considerazione, aggiungete che 19 pezzi su 20 non sono altro che l’esatta riproposizione di quelli presenti sui vari albums (che ogni fans degli Angra già avrà nella propria collezione), senza nessuna rimasterizzazione e riregistrazione di sorta, capirete che i sospetti vengono tristemente confermati! Può valer la pena quindi di investire i propri soldi in questo doppio-cd solamente per avere l’unico pezzo raro, quella “Kashmir”, cover dei Led Zeppelin, comparsa su un vecchio tributo edito dalla Locomotive Records nel 2002? Oppure non sarebbe più semplice, estrapolare dai vari albums i pezzi e farsi una compilation a casa propria, spendendo solo un po’ del nostro tempo ed un paio di cd-rom? Va bene, non avremo il booklet ufficiale (perdonatemi, ma anche io sono maniaco di queste cose!), ma alla fine quello che conta è la musica che si ascolta! E la musica, splendida sia chiaro, di questi due cd, almeno io l’avrò ascoltata decine e decine di volte dai dischi originali nel corso degli anni e non ho alcun bisogno di ritrovarla in questo “Best reached horizons”! Se limitassi il voto al giudizio sulle scelte commerciali degli Angra e del proprio management, dovrei mettere un sonoro 1, ma bisogna anche tenere in considerazione la qualità dei pezzi ed ecco, quindi, che il giudizio sale, senza però raggiungere la sufficienza perché , parliamoci chiaro, questo best of è praticamente inutile e può servire solamente a quei profani del metal che ancora non conoscono gli Angra, band brasiliana che ha scritto pagine meravigliosamente indelebili nella storia del metal mondiale.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

FM: la classe che non tramonta!
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
EX: da Verona un invito a lottare.
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'attesissimo ritorno dei One Desire
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Colpisce per essere un 'semplice' album Death Metal questo terzo dei tedeschi Sabiendas
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'assalto nichilista degli Henry Kane di Jonny Pettersson  dei Wombbath
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gomorra, per i fans degli Iced Earth
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Warrior Within: tra luci ed ombre
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Killitorous: come fare i cazzoni suonando musica impressionante
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli Angel Grinder debuttano con un Death/Thrash old school impressionante
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Annotatevi il nome dei Breaking The Silent!
Valutazione Autore
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Solar Flare: nulla da salvare
Valutazione Autore
 
0.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Buonissima seconda prova per i tedeschi Bloodred
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla