A+ A A-
 

Perpetual Rage, niente di eccezionale Perpetual Rage, niente di eccezionale

Perpetual Rage, niente di eccezionale

recensioni

titolo
“Empress of the cold stars”
etichetta
Inverse Records
Anno

 

TRACKLIST:

1.      Dragonlancer

2.      The Empress

3.      Boundless

4.      The creation

5.      Mesmeric silence

6.      Evil

7.      Mark of chaos

8.      Privilege

9.      Wildfire

10.  Silent sky

 

 

LINE-UP:

Tomi Viiltola – Vocals

Ari Helin - Bass & backing vocals

Petri Hallikainen – Guitars

Kari Hyvärinen – Drums

opinioni autore

 
Perpetual Rage, niente di eccezionale 2017-06-16 17:26:52 Ninni Cangiano
voto 
 
2.0
Opinione inserita da Ninni Cangiano    16 Giugno, 2017
Ultimo aggiornamento: 17 Giugno, 2017
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Ci sono delle volte in cui puoi ascoltare un disco anche all’infinito, ma la sensazione rimarrà sempre uguale: insoddisfazione. E’ questo il caso per quanto mi riguarda del secondo full-lenght dei finlandesi Perpetual Rage, intitolato “Empress of the cold stars”, dotato di una copertina anche alquanto bruttarella. La band suona un onesto heavy metal, con qualche digressione nello speed (le parti migliori) e qualche spruzzatina di epic; un sound che non mi è dispiaciuto, ma non mi ha conquistato ed anzi spesso mi sono reso conto che, durante alcuni pezzi, mi ritrovavo a pensare ad altro, mentre la musica scorreva via senza lasciarmi niente, se non quella sensazione di già sentito che non è proprio positiva. Ho da sempre sostenuto che un’eventuale mancanza di originalità può diventare un futile dettaglio se la musica suonata ci prende e ci convince, in questo caso purtroppo non è stato così. Ho provato più e più volte ad ascoltare questi 10 brani, credendo che potesse essere la mia scarsa predisposizione a compromettere tutto, sperando in qualcosa che potesse dare la svolta, magari sfuggitami in precedenza.... ma l’esito era sempre uguale: la musica dei Perpetual Rage non dispiace, ma non mi convince. C’è qualche brano migliore di altri, fondamentalmente quelli con più ritmo, come “The Empress”, o “The creation”, come anche “Privilege”, ma non sono sufficienti a salvare l’esito di questa recensione. Non che Tomi Villtola canti male (i più attenti si ricorderanno di lui all’epoca di “Ocean’s heart” dei Dreamtale), anche i tre musicisti che completano la line-up ci sanno fare, ma le loro composizioni non hanno fatto breccia nel mio cuore e mi trovo costretto a bocciare questo “Empress of the cold stars”, sperando che in futuro i Perpetual Rage riescano a realizzare qualcosa di meglio, visto che sicuramente non mancano loro le capacità.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

I Secret Rule tagliano il traguardo del terzo disco in studio
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
"E" sono 14 gli album per gli Enslaved
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Arriva il secondo disco dei Beyond Visions: Catch 22.
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una perla gothic/doom: il nuovo disco degli Hanging Garden!
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Debutto per i Priest: tutti in pista!
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Primo album per i Sharzall: Black Sun
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Folk più da leggere che ascoltare: nuovo EP per i Drenaï
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Hitwood: a distanza di pochi mesi un nuovo interessante EP prende vita
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dalla Spagna il secondo atto dell'opera symphonic progressive dei Nebulosa XY!
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un singolo in attesa dell'album dei Crystal Gates
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Lunga vita ai Blazon Stone!
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Incursed: L'antipasto di "Amalur"
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla