A+ A A-
 

Il primo EP dei romani Asphaltator promette bene Il primo EP dei romani Asphaltator promette bene Hot

Il primo EP dei romani Asphaltator promette bene

recensioni

titolo
World Asphaltation
etichetta
Autoproduzione
Anno

Tracklist:

  • Army Of Darkness
  • Good Friendly Violent Fun
  • Progress Is a Crime
  • God Is Dead
  • World Asphaltation
  • Power Of Love

 

Line-up:

  • Flavio Falsone- singer
    Fabrizio Kasparek - guitar
    L. J. R. - guitar
    Gianluca Portacci - Bass
    Megasteph - Drums

opinioni autore

 
Il primo EP dei romani Asphaltator promette bene 2017-06-18 16:54:57 Luigi Macera Mascitelli
voto 
 
3.5
Opinione inserita da Luigi Macera Mascitelli    18 Giugno, 2017
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Ormai lo sappiamo, l'Italia non è seconda a nessuno in ambito musicale e, più precisamente, riguardo la scena metal, possiamo vantare di avere dei gruppi molto validi degni di portare in alto la nostra forza. Con questa premessa voglio presentarvi i romani Asphaltator ed il loro primissimo EP: “World Asphaltation”.

La demo, composta da 6 tracce, è un vero e proprio pugno in faccia, del thrash metal senza fronzoli, cafone, violento e molto "old school" e, con mio sommo stupore, pur trattandosi non di un album vero e proprio, qualitativamente è validissimo, un evidente segno che la band vuole sfondare con il botto badando anche a questi fondamentali dettagli. Ma, bando a queste formalità ed andando più sul concreto, partiamo immediatamente dalla prima traccia, "Army Of The Darkness": un brano che mi ha molto incuriosito ed estremamente interessante in quanto parte con un intro melodico, tendente quasi al black metal sinfonico. Tuttavia la questione è solo questione di tempo, perchè in men che non si dica parte un riff violentissimo come un fulmine a ciel sereno. Il pogo selvaggio qui è d'obbligo: come si potrebbe non scatenarsi con una potenza ed una cattiveria simile? Per un attimo sembra di tuffarsi in "Bonded By Blood" degli Exodus. Complimenti, inoltre, alla voce che, secondo me, è azzeccatissima: tagliente e ben adattata al contesto.
Una cosa che ho adorato di questo EP e che l'ho intesa come un segno di grande originalità e anche di simpatia (parliamoci chiaro: chi, ogni tanto, non si prende troppo sul serio è preferibile a chi si atteggia), è il fatto che il brano "Good Friendly Violent Fun" parta con una frase ignorantissima, ma spettacolare, che immediatamente dopo lascia il posto alla "Viulenz!". Le sorprese non finiscono qui ragazzi: se passiamo a "Progress Is a Crime", dopo essere stati calpestati da una colata di riff cattivissimi, si può apprezzare l'ottimo assolo che, udite udite, sfocia nel tema principale dello storico videogioco "Tetris". Quando l'ho ascoltato la prima volta ci sono rimasto; non è qualcosa che ascolti tutti i giorni e devo dire che mi è piaciuto tantissimo come segno di originalità.

Ragazzi, non ho altro da aggiungere se non che aspetto con ansia un album completo e ben fatto. Se solo l'EP è riuscito a colpirmi, sono estremamente positivo su un eventuale futuro lavoro. MI raccomando: supportate gli Asphaltator che, dopo due anni estenuanti, sono riusciti a sfornare un prodotto valido, originale e ben strutturato.

Trovi utile questa opinione? 
20
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

I Khemmis si confermano tra i protagonisti del doom contemporaneo.
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli svedesi Craft come sempre fedeli alle proprie sonorità
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Gaerea confermano in toto quanto di buono sentito nell'EP di un paio d'anni fa
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Kalmah: Tutto secondo copione ma a noi va benissimo così
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Con "Exiler" i Construct of Lethe realizzano un lavoro monolitico
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il symphonic/melodic metal inspirato di casa Somerville
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Dissonante, straniante ed "esotica" la proposta dei Dischordia
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli Immortal Sÿnn hanno bisogno di scegliere una strada da percorrere
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Rites Of Sedition, mai giudicare un libro dalla copertina..
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un lavoro strumentale fin troppo prolisso per Carmelo Caltagirone
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ep che si concentra soprattutto su alcune cover per Parrys Hyde
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla