A+ A A-
 

Molto valido l'E.P. degli Heavenfall Molto valido l'E.P. degli Heavenfall Hot

Molto valido l'E.P. degli Heavenfall

recensioni

titolo
"The besiders"
etichetta
Autoproduzione
Anno

 

TRACKLIST:

1.      Rat show

2.      The mewlips

3.      White cancer

4.      Tartarughe ninja alla riscossa

5.      Let the feathers fall (Acoustic version)

 

 

LINE-UP:

Dest – Vocals

Pave – Guitars

Gio – Guitars

Fleiv – Bass

Mirko - Drums

opinioni autore

 
Molto valido l'E.P. degli Heavenfall 2017-08-20 08:35:09 Ninni Cangiano
voto 
 
3.5
Opinione inserita da Ninni Cangiano    20 Agosto, 2017
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Gli Heavenfall sono una heavy metal band lombarda (da non confondere con gli omonimi progsters tedeschi) attiva sin dal 2003; dopo il primo album (“Falling from heaven” del 2012) hanno da poco rilasciato un E.P. prodotto da Maurizio Cardullo dei Folkstone e registrato ai Crono Sound Factory Studios, intitolato “The besiders” e composto da 5 brani. Fra questi, i primi tre sono nuovi pezzi, cui si aggiunge la piacevole versione acustica di “Let the feathers fall”, opener del predetto full-lenght, e la cover di “Tartarughe ninja alla riscossa”, immagino sigla dell’omonima serie di cartoni animati (portate pazienza, sono troppo vecchio per conoscerla). Ma veniamo ai primi tre brani. “Rat show” è semplicemente esplosiva, un heavy-power tostissimo, molto ritmato, con un notevole gusto per le melodie e con parti soliste delle chitarre davvero piacevoli; ho trovato letteralmente impossibile non sbattere il mio capoccione artritico durante i vari ascolti di questa canzone! E se il prossimo full-lenght conterrà pezzi di questo stesso livello, avremo una bomba di album! “The mewlips” è ancora più violenta, quasi thrash in alcuni suoi tratti, forse ha il difetto di durare troppo poco (nemmeno 3 minuti), ma è meglio un brano conciso a questa maniera, che non uno che viene allungato con inutili orpelli noiosi. Ancora una volta notevoli le parti strumentali. “White cancer”, al contrario, è la traccia più lunga (sfiora i 6 minuti) ed è meno veloce e ritmata delle precedenti, ma non per questo con minore impatto; sarò ripetitivo, ma anche qui le parti soliste di chitarra mi sono piaciute parecchio. Non ho ancora fatto cenno alla voce del singer Dest, sporca ed acida, abrasiva e cattiva; non apprezzo particolarmente lo stile dello screamer lombardo (già ascoltato all’opera con i Killin’ Kind e gli Altjira), ma forse questa è la dimensione in cui le sue qualità possono rendere al meglio, dato che il suo modo di cantare credo si sposi abbastanza bene con il sound della band. In conclusione, gli Heavenfall hanno realizzato un piacevole lavoro con “The besiders”, ottimo biglietto da visita in attesa di un nuovo full-lenght.

Trovi utile questa opinione? 
10
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

I Khemmis si confermano tra i protagonisti del doom contemporaneo.
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli svedesi Craft come sempre fedeli alle proprie sonorità
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Gaerea confermano in toto quanto di buono sentito nell'EP di un paio d'anni fa
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Kalmah: Tutto secondo copione ma a noi va benissimo così
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Con "Exiler" i Construct of Lethe realizzano un lavoro monolitico
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il symphonic/melodic metal inspirato di casa Somerville
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Dissonante, straniante ed "esotica" la proposta dei Dischordia
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli Immortal Sÿnn hanno bisogno di scegliere una strada da percorrere
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Rites Of Sedition, mai giudicare un libro dalla copertina..
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un lavoro strumentale fin troppo prolisso per Carmelo Caltagirone
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ep che si concentra soprattutto su alcune cover per Parrys Hyde
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla