A+ A A-
 

Un disco vario, fin troppo vario per Mark Slaughter Un disco vario, fin troppo vario per Mark Slaughter

Un disco vario, fin troppo vario per Mark Slaughter

recensioni

titolo
Halfway There
etichetta
EMP Label Group
Anno
Tracklist:
1. Hey You
2. Devoted
3. Supernatural
4. Halfway There
5. Forevermore
6. Conspiracy
7. Reckless
8. Disposable
9. Turn It
10. Not Here

opinioni autore

 
Un disco vario, fin troppo vario per Mark Slaughter 2017-09-12 00:01:43 Federico Orano
voto 
 
3.0
Opinione inserita da Federico Orano    12 Settembre, 2017
Ultimo aggiornamento: 12 Settembre, 2017
#1 recensione  -   Guarda tutte le mie opinioni

Terzo disco solista per Mark Slaughter (Slaughter, Vinnie Vincent), intitolato "Halfway there", che punta su un sound abbastanza vario, in cui naturalmente l'hard rock è il comune denominatore di ogni pezzo.

Hard rock classico abbiamo detto ed infatti la partenza non può essere più classica di così con “Hey you”. Più moderno invece il sound di “Devoted” e “Conspiracy”, mentre con “Supernatural” si passa a sonorità più settantiane. La top song del disco è l'intensa title-track che esplode in un bel coretto: a parte questo brano, per il resto (ahimè) di hits neanche l'ombra. Tanti brani piacevoli sì, ma nulla di più.

Un disco contraddistinto dalla buona voce di Mark il quale ha osato un bel po' uscendo dai soliti schemi e proponendo un sound molto vario, che non mi ha convinto del tutto.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Gli Urze De Lume ed un disco che non ha niente a che spartire con il metal
Valutazione Autore
 
1.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un altro buon disco per i Cryonic Temple
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il solito hard rock moderno per i Co-op: tanta potenza, poche vibrazioni
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Fantasy Opus, un buon esempio di power metal teutonico dal tocco progressivo
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Blaze Of Perdition, aspettatevi l'inaspettato.
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Eigensinn, dalla Germania con sonorità moderne e voce femminile
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Eye Of The Destroyer, la bestia del New Jersey torna con un nuovo EP
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un viaggio alchemico tra filosofia e visioni mistiche: il nuovo EP dei Veratrum
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Dygora dimostrano di essere pronti per il grande passo
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Arriva sul mercato occidentale "Зло внутри" degli ucraini Crystal Sword
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ben Blutzukker ed un E.P. di cui difficilmente ci si ricorderà in positivo
Valutazione Autore
 
1.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli A Scar for the Wicked ed un sound che unisce perfettamente Deathcore e Melodic Death
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla