A+ A A-
 

I Dead Medusa ed un EP con troppo minutaggio sprecato I Dead Medusa ed un EP con troppo minutaggio sprecato

I Dead Medusa ed un EP con troppo minutaggio sprecato

recensioni

titolo
Riff City
etichetta
Autoproduzione
Anno

Line Up: 
Andrew Hunot - vocals, guitars 
Tanner Jones - guitars 
Josh Hickam - bass 
John Graff - drums 

Tracklist:
1. Trenches [04:20]
2. Tunnel Vision [04:23]
3. Tarungus [07:09]
4. Chip for Brains [05:00]
5. Riff City [05:08] 

Running time: 26:00 

opinioni autore

 
I Dead Medusa ed un EP con troppo minutaggio sprecato 2017-09-22 16:32:23 Daniele Ogre
voto 
 
2.5
Opinione inserita da Daniele Ogre    22 Settembre, 2017
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

"Riff City" è l'EP di debutto dei Dead Medusa, Thrash/Death band proveniente dagli Stati Uniti, più precisamente da Columbia, Missouri. Cinque tracce per 26 minuti totali di un più che canonico Thrash/Death Metal, le cui influenze, per nulla nascoste, sono da ricercare soprattutto in Skeletonwitch e Carcass.

Per quanto tutto sommato orecchiabile, come detto il lavoro dei Dead Medusa è forse fin troppo canonico. Ascoltando questo EP si ha la sensazione di un compito svolto egregiamente da uno studente diligente, il che vuol dire che musicalmente non è nemmeno così male, ma manca quel guizzo personale che avrebbe dato quel qualcosa in più. I cinque pezzi che compongono "Riff City", insomma, mostrano una band che con gli strumenti in mano ci sa anche fare, ma che deve lavorare sodo per crescere in personalità.

Un lavoro quello dei Dead Medusa che magari un ascolto lo merita anche, ma col rischio che alla fine non lasci nulla di memorabile. Questo è solo il debutto, quindi i margini per migliorarsi sono ancora più che ampi. Trovare un'impronta personale dando magari una sfoltita alla durata dei pezzi specchiandosi di meno nel lavoro chitarristico potrebbe essere un buon primo passo. Ma per ora, per quanto mi riguarda i Dead Medusa si attestano poco sotto la sufficienza.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Balfor, violenza fine a se stessa.
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Sinfonico, intellligente ed accattivante, questa e' la nuova fatica di Zgard!
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ristampa per il primo album dei canadesi Auroch
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Stormhold dalla Svezia per un tuffo nel metallo più classico
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Jono un emozionante viaggio fatto di hard rock sinfonico, progressivo e melodico
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Female fronted melodic metal con i brasiliani Vienna
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Debutto per gli Shadowpath, nuova band di metal sinfonico proveniente dalla Svizzera.
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una nuova leva della scena Death maltese alza la testa: ottimo l'EP dei Bound to Prevail
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Brutalità ragionata ma potente! - Divination degli HELSLAVE
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla