A+ A A-
 

Lunga vita ai Blazon Stone! Lunga vita ai Blazon Stone! Hot

Lunga vita ai Blazon Stone!

recensioni

titolo
"Down in the dark"
etichetta
Autoproduzione
Anno

 

TRACKLIST:

1. The galleons departure

2. Into victory

3. Down in the dark

4. Hanged, drawn and quartered

5. Eagle warriors

6. Tavern of the damned

7. Merciless pirate king

8. Watery graves

9. Rock out!

10. 1478

11. Bloody inquisition

12. Captain of the wild

 

 

LINE-UP:

Ced – Bass, Guitars, Drums

Erik Forsberg - Vocals

opinioni autore

 
Lunga vita ai Blazon Stone! 2017-11-13 10:53:42 Ninni Cangiano
voto 
 
4.5
Opinione inserita da Ninni Cangiano    13 Novembre, 2017
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Il talentuoso polistrumentista svedese Cederick Forsberg prosegue la carriera dei suoi Blazon Stone ed arriva a pubblicare il quarto full-lenght con questo “Down in the dark” (dotato di una delle peggiori copertine fin qui realizzate), sempre in compagnia del fido cantante Erik Forsberg. Per chi ancora non conosce questo progetto, il sound dei Blazon Stone è il classico Pirate Metal, ispirato ai maestri Running Wild. Quindi chitarre affilate come rasoi, ritmi sempre elevati con doppia-cassa a profusione, cori epici e tematiche su pirateria, storia e guerre varie. Sono rimaste ormai poche, troppo poche le bands che si cimentano nel pirate metal ed i Blazon Stone sono sicuramente tra le migliori, assieme ai nostri Silverbones ed a poche altre (a voi la scelta degli altri nomi!). 12 canzoni per circa ¾ d’ora di musica che è ambrosia per i miei padiglioni auricolari, persino l’intro iniziale “The galleons departure” è azzeccata ed introduce (scusate il gioco di parole!) alla perfezione l’album, come una perfetta ouverture classica. Dicevo 12 tracce, una meglio dell’altra, che scorrono via che è un piacere, tutte frizzanti fatta eccezione per la robusta e cadenzata “Hanged, drawn and quartered”. Parti soliste di chitarra che sono semplicemente spettacolari, ritmo di batteria forsennato (ma che diavolo di musicista è Ced?), basso pulsante, il tutto con la voce sporca ed aggressiva di Erik Forsberg che si sposa semplicemente alla perfezione con il sound. Non so quante volte ho ascoltato e ri-ascoltato questo disco, senza mai stancarmene, ma correndo il serio rischio di diventarne dipendente! Anche questa volta il buon Ced ha dovuto ricorrere all’autoproduzione e rimango sempre basito dalla cecità del music business che ci sommerge di immondizie musicali e poi trascura simili gemme... già, perchè “Down in the dark” dei Blazon Stone è sicuramente il miglior disco di pirate metal ascoltato nel 2017 e credo anche uno dei migliori in assoluto, almeno per i miei personalissimi gusti. Lunga vita ai Blazon Stone!

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Si festeggiano i 20 anni di "Legacy of Kings" degli Hammerfall
Valutazione Autore
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un debutto non memorabile per gli americani ScreamKing
Valutazione Autore
 
1.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un discreto ritorno per i Walkyrya.
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
rebelHot un tuffo nel rock degli anni Settanta
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Road Warrior dall'Australia con un epic heavy metal lontano dalle mode attuali
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Ace Mafia un ep niente male per i fans dell'hard rock dalle sonorità moderne
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Watershape, un prog metal dove spesso viene colpevolente poco curato l'aspetto melodico.
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Nerobove scandagliano il malessere umano con un sound azzeccatissimo
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'ego porta con sé una forza rigenerante, questi sono gli E.G.O.C.I.D.E.
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli indiani Godless con un buon EP, ma che passa forse troppo rapido e indolore
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla