A+ A A-
 

Un singolo in attesa dell'album dei Crystal Gates Un singolo in attesa dell'album dei Crystal Gates

Un singolo in attesa dell'album dei Crystal Gates

recensioni

titolo
"Shadowborn"
etichetta
Autoproduzione
Anno

 

 

TRACKLIST:

1.      Shadowborn

2.      Dreamers (revisited)

 

 

LINE-UP:

Benjamín Machín – Guitars

Carolina Pérez – Vocals

Gastón Lorenzo – Drums

Juan José Leyton – Keyboards

Guillermo Albano - Bass

opinioni autore

 
Un singolo in attesa dell'album dei Crystal Gates 2017-11-13 17:30:18 Ninni Cangiano
voto 
 
3.0
Opinione inserita da Ninni Cangiano    13 Novembre, 2017
Ultimo aggiornamento: 13 Novembre, 2017
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

I Crystal Gates arrivano da Montevideo in Uruguay e si sono formati nel 2013, grazie al chitarrista Benjamín Machín ed alla soprano Carolina Pérez. Da allora, reclutata la restante parte della band, hanno realizzato un EP ed un singolo nel 2015 e tornano oggi a farsi risentire con un nuovo singolo, composto da due pezzi, intitolato “Shadowborn”, con bella copertina realizzata dal famoso artista J.P. Fournier e prodotto nei famosi Hansen Studios in Danimarca. Lo stile della band è un canonico symphonic power con voce lirica femminile, come si è avuto modo di ascoltare tante volte in passato. Nonostante ciò la musica della band mi è piaciuta; la title-track è un pezzo trascinante, molto ritmato, pieno di assoli chitarra/tastiere, insomma power di scuola scandinava, una sorta di incrocio tra primi Nightwish e Stratovarius. Il secondo pezzo , “Dreamers (revisited)” è una nuova versione, più dura, del brano già comparso nel predetto EP del 2015; si tratta di una breve ballad struggente, in cui compare anche una voce maschile ignota. Pare che la band stia lavorando ad un debut album che dovrebbe essere registrato nel corso del 2018; i due pezzi qui ascoltati non sono niente male e costituiscono una buona base di partenza per un full-lenght. Questo “Shadowborn” è un piacevole antipasto, anche se spero i Crystal Gates possano avere un po’ più di personalità e magari osare qualcosa oltre il canonico female fronted symphonic metal...

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Ristampa per il primo album dei canadesi Auroch
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Stormhold dalla Svezia per un tuffo nel metallo più classico
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Jono un emozionante viaggio fatto di hard rock sinfonico, progressivo e melodico
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Pretty Boy Floyd, nel nome dell'hard rock immediato e spensierato
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Welcome back, Morbid Angel!
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Female fronted melodic metal con i brasiliani Vienna
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Debutto per gli Shadowpath, nuova band di metal sinfonico proveniente dalla Svizzera.
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una nuova leva della scena Death maltese alza la testa: ottimo l'EP dei Bound to Prevail
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Brutalità ragionata ma potente! - Divination degli HELSLAVE
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla