A+ A A-
 

Il quarto album dei power metallers Eternal Flight Il quarto album dei power metallers Eternal Flight

Il quarto album dei power metallers Eternal Flight

recensioni

titolo
"Retrofuture"
etichetta
Massacre Records
Anno

 

TRACKLIST:

1. Ante-dote

2. Poison

3. The journey

4. Retrofuture

5. Nightmare King II

6. Machine God

7. Routine of darkness

8. Sinner

9. Danger calling

10. Succubus

11. Labyrinth

12. Pandora's box

13. Angels of violence

 

 

LINE-UP

Gérard Fois - Lead Vocals

Jérôme Fischer - Guitars

Thibaud Ducrot - Guitars

Cédric Nguyen - Bass

Thibaud Pontet - Drums

opinioni autore

 
Il quarto album dei power metallers Eternal Flight 2017-11-19 17:38:31 Ninni Cangiano
voto 
 
3.0
Opinione inserita da Ninni Cangiano    19 Novembre, 2017
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Quando la Massacre Records ci ha proposto questa recensione, ho letto “prog power metal” e, non conoscendo i francesi Eternal Flight, mi sono subito fatto sotto. Se qualcuno pensasse di trovare qui richiami agli australiani Voyager o agli irlandesi Sandstone (tanto per citare i primi nomi che mi sono venuti in mente), sappia che siamo ben lontani dal canonico prog-power; in “Retrofuture” (quarto album della band d’oltralpe) infatti c’è solo qualche passaggio di prog e tanto power metal melodico. Con un po’ d’amaro in bocca (speravo di aver scoperto una nuova band in un genere musicale così particolare), mi sono dedicato ai vari ascolti dei 12 pezzi (+ l’immancabile inutilissima intro) che fanno parte del full-lenght, dotato di copertina con una specie di uomo rapace in primo piano. Sicuramente gli Eternal Flight hanno un gran gusto e tanta attenzione per le melodie e le singole composizioni funzionano abbastanza bene, nonostante qualche minutaggio forse un po’ eccessivo (“Nightmare King II” e soprattutto “Pandora’s box”). Le parti soliste delle chitarre sono di gusto ed il cantato non dispiace assolutamente, anche a livello interpretativo. Allora perché il voto è solo una sufficienza? Semplicemente perché alla fine di ogni ascolto non mi rimaneva granché; sì, non mi era dispiaciuto nulla, ma nemmeno avevo avuto modo di trovare quel brano che ti fa saltare dalla sedia, quella hit in grado di valere da sola l’acquisto del cd. Tutte le canzoni sono abbastanza compatte tra loro e non dispiacciono, ma nemmeno esaltano in maniera particolare. C’è anche da dire che forse questo dipende dal fatto che il sound del gruppo francese non è particolarmente originale, tanto che, qualora questo disco fosse uscito 15 anni fa, sarebbe sicuramente finito nell’anonimato, sommerso dalla miriade di uscite discografiche dell’epoca nel settore del power metal; nel 2017, non sono rimaste molte le bands a suonare questo genere musicale, quindi tutto sommato anche gli Eternal Flight possono dire la loro senza timori. “Retrofuture” non passerà alla storia della musica metal, né può ambire ad essere tra i migliori dischi dell’anno, ma è in grado di farsi ascoltare piacevolmente, soprattutto se si rientra tra i fans del power metal.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Stormhold dalla Svezia per un tuffo nel metallo più classico
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Jono un emozionante viaggio fatto di hard rock sinfonico, progressivo e melodico
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Pretty Boy Floyd, nel nome dell'hard rock immediato e spensierato
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Welcome back, Morbid Angel!
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Heavy di qualità con i Mega Colossus
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La ristampa dell'esordio dei Dethonator
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Female fronted melodic metal con i brasiliani Vienna
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Debutto per gli Shadowpath, nuova band di metal sinfonico proveniente dalla Svizzera.
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una nuova leva della scena Death maltese alza la testa: ottimo l'EP dei Bound to Prevail
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Brutalità ragionata ma potente! - Divination degli HELSLAVE
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla