A+ A A-
 

Debutto niente male quello degli svedesi Total Inferno Debutto niente male quello degli svedesi Total Inferno

Debutto niente male quello degli svedesi Total Inferno

recensioni

titolo
Return Of Evil Chaos
etichetta
Morbid Skull Records
Anno

Tracklist:

Side A

1. Intro

2. Super Antichrist

3. Raptor

4. Soulless Storm

5. Evil Black Fire

Side B

1. Bloodshed

2. Speed Metal Death

3. Unpleasent Catacombs

4. Speech

5. Return Of Evil Chaos

 

Line-up:

Jimmy Nilsson — Vocals

Dan Andersson — Guitars & Recording

Johan Karlsson — Drums

Jonny Nielsen — Bass

opinioni autore

 
Debutto niente male quello degli svedesi Total Inferno 2017-12-04 17:45:45 Luigi Macera Mascitelli
voto 
 
3.0
Opinione inserita da Luigi Macera Mascitelli    04 Dicembre, 2017
Ultimo aggiornamento: 04 Dicembre, 2017
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Ormai lo sappiamo, la Svezia è tra le prime nazioni al mondo per il numero di band metal sfornate e, in generale, tralasciando quei grandi nomi che sono di diritto nell'Olimpo musicale, posso tranquillamente dire che la qualità dei gruppi di quelle parti si attesta su un livello medio-alto di tutto rispetto. Questo è il caso dei Total inferno e del loro album di debutto, "Return Of Evil Chaos": progetto davvero interessante che fonde insieme un death metal vecchia scuola fortemente influenzato da una componente heavy e speed. Qualcosa che sicuramente non è nulla di estremamente innovativo ma che è riuscito, piuttosto bene, a superare la prova.
Tutta la grinta di questi ragazzi si fa subito sentire prepotentemente nella prima traccia, "Super Antichrist": un ottimo pezzo nel quale, però, la componente death è surclassata di gran lunga da quella thrash. Il brano mi ha immediatamente riportato alla mente gli Slayer degli anni '80 e, se non fosse per la voce caratterizzata da uno scream molto acuto, sporco e quasi al limite di quello tipico del black metal, non avrei percepito quella componente death che dovrebbe, a detta dell band, essere presente. Ciò comunque non mi ha scoraggiato, anche perché mi sono posto nell'ottica di avere a che fare con un album di debutto, per cui è necessario lasciare anche un minimo di beneficio di dubbio. Tutto il lavoro, in generale, è davvero ben strutturato ed ho apprezzato molto lo stile "gracchiante" e acido dato dalla post produzione, il quale regala quel tocco old school che non dispiace affatto. Complimenti inoltre alle chitarre che riescono ad intrecciarsi molto bene e a regalarci dei riff taglienti come lame, glaciali e potenti e degli assoli davvero molto impegnativi e ben studiati. Il potenziale c'è ma si tratta ancora, secondo me, di un progetto acerbo che necessita di essere rivisto in alcune parti, a cominciare dal genere proposto: sicuramente una bella componente death c'è (data dalla voce ed anche da alcuni riff molto macabri e scuri) ma mentirei se dicessi di aver percepito delle influenze heavy. Sarei più propenso a definirlo un thrash metal anni '80 in stile Exodus e Slayer appesantito da quel tocco dato dai primi Immolation e Deicide. Un buon album di debutto che spero possa dare l'opportunità ai Total Inferno di sistemare meglio il tiro.

Trovi utile questa opinione? 
80
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

I giovani Atlas con un melodic rock ancora acerbo
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli Allfather tra Sludge/Doom e ferocia Hardcore
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I russi Adfail ed un EP ai confini della noia
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un nuovo, bellicoso lavoro per i 28 anni di Marduk
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Arrivano finalmente al debutto i deathsters ucraini Mutanter
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Treat: i maestri del melodic hard rock scandinavo sono tornati!
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Singolo pre-EP per la one man band russa Insidious One
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Hitwood: a distanza di un anno il progetto italiano torna a bomba
Valutazione Autore
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dark Weaver - groovin' metal!
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Rithiya Henry Khiev, tecnica ed originalità, ma non solo
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Come suggerisce il titolo, i Maxxwell si sono metalizzati!
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Vetrarnott, un esordio assolutamente convincente!
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla