A+ A A-
 

HUMANASH, BELLISSIMA SORPRESA ITALIANA! HUMANASH, BELLISSIMA SORPRESA ITALIANA! Hot

HUMANASH, BELLISSIMA SORPRESA ITALIANA!

recensioni

gruppo
titolo
Reborn From The Ashes
etichetta
Jolly Roger Records
Anno

Tracklist
1.Evil Metal Obsession
2.Night Adventure in a Desecrated Church
3.The Nightmare Begins
4.Reborn from the Ashes
5.The Liberation of the Cursed Spirit
6.Eternal Darkness of Being

Line-up
John Goldfinch – Vocals
Gabriel Goya – Lead and Rhythm Guitar
Francis Probus – Lead and Rhythm Guitar
Nicholas Lestat – Bass
Peruvian – Drums

opinioni autore

 
HUMANASH, BELLISSIMA SORPRESA ITALIANA! 2017-12-05 14:49:31 Francesco Noli
voto 
 
4.0
Opinione inserita da Francesco Noli    05 Dicembre, 2017
Ultimo aggiornamento: 05 Dicembre, 2017
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

La sempre attenta Jolly Records ci propone il debutto degli interessantissimi Humanash nati da un idea del vocalist Giovanni Cardellino (Lead Singer dei nostrani Impero Delle Ombre e qui in arte John Goldfinch); un'idea nata molto tempo fa ma che solo adesso diventa realtà concreta con questo Mini intitolato "Reborn from The Ashes". Accompagnato da membri di Ghost Mary e il drummer anch'esso proveniente dall'Impero Delle Ombre, i nostri ci propongono 6 pezzi interessanti e coinvolgenti; 6 tracce che compongono una storia orrorifica e quindi un vero e proprio concept che mescola Horror Music e Speed Heavy Metal veloce e cadenzato, ma non privo di atmosfere Horror e melodie sinistre. L'iniziale "Evil Metal Obsession" fa quasi da prologo, con Steve Sylvester dei Death SS qui ospite narratore tra chitarre pulite e atmosfera luciferina, tempo marziale e incubi a volontà, soprattutto quando si arriva alla parte elettrica della song. Speed Metal per la seguente "Night Adventure In A Desecrate Church" dove Cardellino dimostra di essere a pieno nel mood del genere, interpretando alla grande ogni strofa e ritornello; doppia-cassa sparata, melodie orecchiabili e stacchi interessanti. E' una storia che ti prende e ti porta per mano non lasciandoti più fino alla fine, tra un sound corposo agile e potente tra Death SS, Mercyful Fate e speed americano, ma che porta soprattutto quel pathos puramente italiano, latino, caldo e vincente che si evince dai cori anthemici in "The Liberation Of The Curse", per fare un esempio, o nell'ultima traccia, il tassello che chiude la storia in maniera solenne, potente e drammatica. Tra chitarra angelica ma luciferina al contempo, si staglia una voce femminile melodiosa con tanto di cori, un finale a modo suo intenso a conclusione di un mini album piacevole, curioso ed interessante che appassionerà tutti i fans del genere. E un plauso alla Jolly Roger Records che farà uscire "Reborn From The Ashes" anche in vinile colorato edizione limitata per la gioia di noi collezionisti cronici di questa musica!!!

Francesco Noli

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

I catalani Teratoma segnano il loro ritorno dopo 15 anni con questo EP
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
"Paroxysm of Hatred" dei Rapture: quaranta minuti di cattiveria sonora figlia dei 90's
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
 Syn Ze Sase Tri - Zăul Moș
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli Accuser non sbagliano un colpo dopo trent'anni di puro thrash
Valutazione Autore
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Visigoth e l'epic metal
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Us metal vario e complesso nel riuscitissimo disco targato Mike Lepond's Silent Assassins
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

SI SVEGLIA IL METAL CON I MILLENNIUM
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il female fronted symphonic melodic metal dei Rite Of Thalia
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un bel concentrato di power/heavy granitico con gli spagnoli SnakeyeS
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Sorprendente il lavoro degli olandesi Morvigor
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una vera e propria prova di forza dei finlandesi Abhordium in questo loro secondo album
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla