A+ A A-
 

Un heavy suonato bene per i Random Eyes Un heavy suonato bene per i Random Eyes

Un heavy suonato bene per i Random Eyes

recensioni

titolo
Grieve No More
etichetta
Rock’N’Growl Records
Anno

RANDOM EYES is:

Singer/songwriter Christian Palin on vocals (Panorama, ex-Adagio)

Markus Grimald on guitars

plus studio musicians

 

Track listing:

1. Trail of Tears

2. Myopathy

3. Grieve no More

4. Fates loves the Fearless

5. 2 Worlds Collide

6. Damnation

7. Do what thou Wilt

8. Never too Late

9. Scar

10. The Final Quest

 

 

 

opinioni autore

 
Un heavy suonato bene per i Random Eyes 2018-01-19 11:08:44 Federico Orano
voto 
 
3.0
Opinione inserita da Federico Orano    19 Gennaio, 2018
Ultimo aggiornamento: 19 Gennaio, 2018
#1 recensione  -   Guarda tutte le mie opinioni

Puro heavy metal per i finlandesi Random Eyes, che arrivano al quarto disco in carriera con questo ‘Grieve No More‘, un lavoro ben suonato che mostra una buona tecnica per la band nordica, capace di alternare brani più potenti ed heavy, vedi la title track, a songs più melodiche e powerozze come “2 Worlds Collide”, per una tracklist interessante.

Ora, non tutti i brani fanno pieno centro, ma questo lavoro si lascia ascoltare bene, anche se devo dire che la band capitanata da Christian Palin (incontrato proprio in questi giorni con i Panorama) gira meglio sui brani più ariosi, un po' meno quando si focalizza sui pezzi più ruvidi, dove cade sulla poca originalità. Da segnalare invece gli ottimi assoli del chitarrista Markus Grimald. Il riff granitico di “Fates loves the Fearless” ci accompagna in territori heavy/us power, con atmosfere sempre un po' dark che aleggiano durante tutto il disco. Songs suonate davvero bene, ma che a tratti sembrano non riuscire a trasmettere tutto quello che potrebbero, colpa probabilmente delle linee vocali poco incisive.

Ma la sufficienza piena i Random Eyes la meritano, se solo riuscissero a sistemare due o tre cosette potrebbero fare decisamente meglio in futuro, perchè gli ingredienti per far bene qui ci sono tutti.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

I Khemmis si confermano tra i protagonisti del doom contemporaneo.
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli svedesi Craft come sempre fedeli alle proprie sonorità
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Gaerea confermano in toto quanto di buono sentito nell'EP di un paio d'anni fa
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Kalmah: Tutto secondo copione ma a noi va benissimo così
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Con "Exiler" i Construct of Lethe realizzano un lavoro monolitico
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il symphonic/melodic metal inspirato di casa Somerville
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Dissonante, straniante ed "esotica" la proposta dei Dischordia
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli Immortal Sÿnn hanno bisogno di scegliere una strada da percorrere
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Rites Of Sedition, mai giudicare un libro dalla copertina..
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un lavoro strumentale fin troppo prolisso per Carmelo Caltagirone
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ep che si concentra soprattutto su alcune cover per Parrys Hyde
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla