A+ A A-
 

La semplicità a volte paga, come dimostrano i Rexoria! La semplicità a volte paga, come dimostrano i Rexoria!

La semplicità a volte paga, come dimostrano i Rexoria!

recensioni

gruppo
titolo
Queen Of Light
etichetta
Pride & Joy Music
Anno

Track list: Track list: 1. The Land In Between, 2. Stranded, 3. Queen of Light, 4. Voice of Heaven, 5. Way to Die, 6. Song by the Angels, 7. Next Generation, 8. The Saviour, 9. Hurricane, 10. My Spirit Will Run Free, 11. You'll be Alright

 

 

Line-up: Frida Ohlin – Vocals and keyboard, Jonas Gustavsson –

Guitar and Bass, Cristofer Svensson – Guitar, Martin Gustavsson –

Drums

 

 

opinioni autore

 
La semplicità a volte paga, come dimostrano i Rexoria! 2018-01-20 12:34:05 Federico Orano
voto 
 
3.5
Opinione inserita da Federico Orano    20 Gennaio, 2018
Ultimo aggiornamento: 20 Gennaio, 2018
#1 recensione  -   Guarda tutte le mie opinioni

Quando arriva in redazione una nuova female vocals band non so mai cosa aspettarmi. Perchè questo filone della scena metal è stato spesso abusato negli utimi anni e non è raro incontrare dischi davvero scontati e banali. Cosa ci riserveranno quindi questi Rexoria?

Arrivano dalla Svezia e sono nati solamente un annetto fa, nel 2016. Insomma un po' prestino per essere già pronti a pubblicare un full lenght non credete? Vabbè, fidiamoci e premiamo questo tasto play! Anche perchè dal vivo la band si è data da fare parecchio, con date a supporto di bands che adoro come Bloodbound, Battle Beast e Dynazty... Si parte con un'intro narrata che ci può stare per creare l'atmosfera giusta, per poi lasciare spazio a “Stranded”. La band punta su linee facili, mentre la produzione mette la voce di Frida in evidenza, forse troppa, rispetto al resto. Melodie immediate, un po' banali, ma anche un buon tiro con intriganti solos di chitarra. Niente male! La nostra Frida lascia da parte il cantato lirico fin troppo abusato dalle colleghe e interpreta questi brani con la sua voce. Non parliamo di una top singer, ma io ho apprezzato. La tracklist presenta qualche alto e basso, mantenendosi sempre su livelli più che dignitosi. Certo i pezzi sembrano un pochino scontati, ma songs come “Queen of Light”, la ballatona “ Song by the Angels” o “Hurricane” con una partenza alla Hammerfall, fanno centro!

E bravi Rexoria, questo è l'esempio che a volte la semplicità paga!

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

TrollfesT: I folk-troll norvegesi tornano con una nuova esplosiva miscela di stili
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Halcyon Way: la band di Atlanta di nuovo alla carica
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Con "Psychonolatry" abbiamo gli Electrocution mai così in stato di grazia
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Thrash incazzatissimo per i giovani Ravager!
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Gli Ancient Bards ed il secondo capitolo della "Black crystal sword saga"
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il sesto album dei Belladonna, come sempre molto eleganti
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un'onesta uscita questo terzo disco dei bielorussi Vistery
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Troppo breve il demo dei Tensor per poterne dare un giudizio completo
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Vandor, un debutto ancora alquanto acerbo
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un demo di debutto più che sufficiente per A Vintage Death
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla