A+ A A-
 

Recensione veloce per i russi Lost In Alaska Recensione veloce per i russi Lost In Alaska Hot

Recensione veloce per i russi Lost In Alaska

recensioni

titolo
Time Of Solution
etichetta
Headxplode Records
Anno

 

 

 

01.  The Inevitabile Changes

02.  Time Of  Solution

03.  Pursuit Of Happiness

opinioni autore

 
Recensione veloce per i russi Lost In Alaska 2012-12-09 12:42:30 Corrado Franceschini
voto 
 
3.5
Opinione inserita da Corrado Franceschini    09 Dicembre, 2012
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Il quintetto russo dei Lost In Alaska, nato nel 2008, ha all’attivo l’EP “Words Full Of Ice” del febbraio 2009 e il full lenght “Zodiac” del 2010. Nel 2012 è uscito l’EP a 3 tracce “Time Of Solution” e, nonostante la biografia collochi i Lost In Alaska sbrigativamente tra le bands Deathcore, c’è da fare qualche precisazione. La voce grintosa è indubbiamente affine ai canoni imposti dal Death così come le sfuriate più veloci ma sin dalla iniziale “The Inevitabile Changes” la musica si tinge di Industrial e tratti sperimentali; uniti in questo caso ad una cadenza finale rallentata e mortifera. La omonima “Time Of Solution”mi ha fatto pensare ai Voivod tele trasportati in una versione Death ma, proprio per l’accostamento fatto e dato che i confini del Metal estremo sono labili, si potrebbe appellare il risultato del suono come Thrash tecnico. La conclusiva “Pursuit Of Happiness” parte in maniera rallentata con una base Industrial e si velocizza in forma claustrofobia per poi proseguire con stacchi e cadenze. Tirando le somme i Lost In Alaska ci sanno fare anche se le tante idee inserite nella loro musica avrebbero bisogno talvolta di essere cucite meglio e, nel caso di un prossimo Cd, variate ancora di più per non ripetere certi schemi. Se vi piacciono i lavori che lasciano il segno, anche fisico, sul vostro corpo, questo gruppo fa al caso vostro mentre se siete delle mammole delicate evitatelo come la peste.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Gli Psychomancer hanno forse un po' troppo "allungato il brodo"
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dagli States i Sentient Horror mostrano il loro amore verso lo Swedish Death Metal
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Tornano dopo 12 anni i veterani del Death Metal teutonico: nono album per i Fleshcrawl
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ennesima prova strepitosa per i Cattle Decapitation
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Vastator, only for die-hard fans
Valutazione Autore
 
1.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Per gli australiani Alchemy un debut EP che lascia ottime speranze per il futuro
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Metal sinfonico neoclassico in questo primo album dei messicani Yeos.
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ep di quattro brani dediciti ad un heavy metal grezzo ed old school per gli Olymp
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Seppur breve, convince l'EP dei californiani Larvae
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Per i britannici Itheist un debutto (col nuovo nome) senza infamia e senza lode
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Debutto per la tastierista dei Cradle of Filth: Martyr di Lindsay Schoolcraft!
Valutazione Autore
 
2.8 (2)
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla