A+ A A-
 

Una vera e propria prova di forza dei finlandesi Abhordium in questo loro secondo album Una vera e propria prova di forza dei finlandesi Abhordium in questo loro secondo album

Una vera e propria prova di forza dei finlandesi Abhordium in questo loro secondo album

recensioni

gruppo
titolo
Omega Prayer
etichetta
Autoproduzione
Anno

Line Up: 
Kari Laaksonen - vocals 
Markus Hiitola - guitars 
Jarkko Neuvonen* - guitars 
Henry Jalava - bass 
Arttu Aalto - drums 

*sostituito dopo la registrazione dell'album da Tommi Kuivola

Tracklist: 
1. The Cronology of Decadence [04:29] 
2. Channeled be my Hate [03:11] 
3. Asebeia [03:47] 
4. Obsidian Chamber [03:48] 
5. Perpetual Desertification [06:16] 
6. At the Highest Temple [05:13] 
7. Dreary Touch of the Void [04:16] 
8. From the Depths I Slithered [04:03] 

Running time: 35:03 

opinioni autore

 
Una vera e propria prova di forza dei finlandesi Abhordium in questo loro secondo album 2018-02-02 18:15:53 Daniele Ogre
voto 
 
4.0
Opinione inserita da Daniele Ogre    02 Febbraio, 2018
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Si formano nel 2005 in quel di Salo, Finlandia, gli Abhordium, Black/Death band che arriva con questo "Omega Prayer" alla pubblicazione (indipendente) del secondo album, a sei anni di distanza dal debutto targato Inverse Records, "When Depravity Incarnates". Come sonorità, il quintetto finlandese si rifà sostanzialmente ai primi due nomi che vengono in mente se si parla di questo genere: Behemoth e, soprattutto, Belphegor.

"Omega Prayer" è un album che colpisce per la sua caotica ma metodica violenza. Gli Abhordium non inventano nulla di nuovo, anzi seguono pedissequamente gli insegnamenti dei grandi del genere, riuscendo comunque a non essere una mera copia. Il loro lavoro punta soprattutto sul primo impatto e già dalle prime note di "The Cronology of Decadence" gli Abhordium cominciano a sparare da subito le loro cartucce, in un album che sarà un continuo crescendo di violenza cruda e tecnica eccelsa - da denotare la prova dietro le pelli di Arttu Aalto -. Si passa dalla carneficina di "Channeled be my Hate" ai cori quasi ritualistici nel refrain di "Asebeia", passando per la lunga e tremendamente 'belphegoriana' "Perpetual Desertification" fino a "From the Depths I Slithered", ottima chiusura di un disco privo di difetti. Tra riff taglienti, sezione ritmica esplosiva e in stato di grazia ed il cantato sia in growl che scream di Kari Laaksonen, gli Abhordium tirano fuori otto bordate, otto nere gemme di puro odio sonoro.

Per gli amanti di queste sonorità, gli Abhordium sono un nome relativamente nuovo di cui tenere conto. "Omega Prayer" non sarà di certo un capolavoro, ma riesce a toccare le corde giuste che il genere richiede. Tecnicamente ineccepibili e supportati da una buonissima produzione, questi finlandesi rappresentano per quanto mi riguarda una piacevolissima scoperta: sono sicuro che in futuro potremmo sentire parlare spesso di loro.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Nuovo EP per i maestri del Thrash/Black Deströyer 666
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I catalani Teratoma segnano il loro ritorno dopo 15 anni con questo EP
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
"Paroxysm of Hatred" dei Rapture: quaranta minuti di cattiveria sonora figlia dei 90's
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
 Syn Ze Sase Tri - Zăul Moș
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli Accuser non sbagliano un colpo dopo trent'anni di puro thrash
Valutazione Autore
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Rock fiammante from Vesuvio - DEBUTTO CLEAN DISTORTION
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli americani Matrekis non centrano il bersaglio.
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
SI SVEGLIA IL METAL CON I MILLENNIUM
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il female fronted symphonic melodic metal dei Rite Of Thalia
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un bel concentrato di power/heavy granitico con gli spagnoli SnakeyeS
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Sorprendente il lavoro degli olandesi Morvigor
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla