A+ A A-
 

FUTURISMO BLAK METAL DEI MALNATT FUTURISMO BLAK METAL DEI MALNATT Hot

FUTURISMO BLAK METAL DEI MALNATT

recensioni

titolo
"Principia Discordia"
etichetta
Bakerteam Records
Anno

 

Line Up:

 

Pôrz - voce
Lèrd - batteria
Bigât - chitarra
Aldamèra - basso

 

Tracklist:

 

1 Manifesto Nichilista

2 L'Amor Sen Va

3 Il Canto dell'Odio

4 Iper Pagano

5 Intramezzo Merisiano

6 Nel Di Dei Morti

7 Don Matteo

8 Ave Discordia

9 Ho Sceso Dandoti Il Braccio

10 Ulver Nostalgia

11 Il sentiero Dei Nidi Di Ragnarok

opinioni autore

 
FUTURISMO BLAK METAL DEI MALNATT 2012-12-11 09:02:46 Michele Alluigi
voto 
 
3.5
Opinione inserita da Michele Alluigi    11 Dicembre, 2012
Ultimo aggiornamento: 11 Dicembre, 2012
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Controversa e provocatoria è la musica dei Malnàtt, quasi quanto la biografia che compare sulla loro pagina facebook, eppure questa band si può annoverare come una delle più originali e sperimentali presenti nel panorama black metal nostrano.
I testi sono rigorosamente in italiano, in alcuni casi, come il loro nome, si rifanno al dialetto bolognese ed il loro sound è un black metal fortemente sperimentale ed avanguardistico, influenzato non solo dai nomi più influenti come Satyricon, Ulver, Primordial ed Enslaved, ma anche dalla letteratura, in particolare quella decadente e crepuscolare, visti i forti toni nichilistici delle liriche ed i forti richiami ad opere letterarie nei titoli delle loro canzoni.
Le sonorità sono dirette e veloci, componenti principali delle canzoni sono infatti il drumming serrato e veloce, dominato dai blast beat, le chitarre taglienti ed atmosferiche, un basso corposo e caldo che appesantisce e satura il tutto in modo da creare un atmosfere funerea per i testi di condanna, cantati in screaming ed alternati a cori decisamente evocativi e carichi di pathos.
“Principia Discordia” si può tranquillamente accostare ad un'opera letteraria delle correnti più provocatorie, è un disco che si apprezza indipendentemente dal percorso di studi, il sound del gruppo è energico e dinamico nel pieno rispetto dei canoni futuristi; se Marinetti o Balla fossero vivi oggi di sicuro sarebbero fans dei Malnatt.

Trovi utile questa opinione? 
10
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Gli Psychomancer hanno forse un po' troppo "allungato il brodo"
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dagli States i Sentient Horror mostrano il loro amore verso lo Swedish Death Metal
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Tornano dopo 12 anni i veterani del Death Metal teutonico: nono album per i Fleshcrawl
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ennesima prova strepitosa per i Cattle Decapitation
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Vastator, only for die-hard fans
Valutazione Autore
 
1.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Per gli australiani Alchemy un debut EP che lascia ottime speranze per il futuro
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Metal sinfonico neoclassico in questo primo album dei messicani Yeos.
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ep di quattro brani dediciti ad un heavy metal grezzo ed old school per gli Olymp
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Seppur breve, convince l'EP dei californiani Larvae
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Per i britannici Itheist un debutto (col nuovo nome) senza infamia e senza lode
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Debutto per la tastierista dei Cradle of Filth: Martyr di Lindsay Schoolcraft!
Valutazione Autore
 
2.8 (2)
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla