A+ A A-
 

Caricano a testa bassa i Dominant con il loro debut EP Caricano a testa bassa i Dominant con il loro debut EP

Caricano a testa bassa i Dominant con il loro debut EP

recensioni

gruppo
titolo
The Summoning
etichetta
Lacerated Enemy Records
Anno

Line Up: 
Jimmy Javins - vocals 
Robin Larsen - guitars 
André Bjerring - bass 
Tapir - drums 

Tracklist: 
1. The Purging Swarm [04:01] 
2. Servants of Damnation [03:59] 
3. Vultures of the Void [04:37] 
4. Feast of Woe [04:01] 
5. Vacant Soul Invasion [03:53] 

Running time: 20:31 

opinioni autore

 
Caricano a testa bassa i Dominant con il loro debut EP 2018-02-08 17:45:54 Daniele Ogre
voto 
 
4.0
Opinione inserita da Daniele Ogre    08 Febbraio, 2018
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Formatisi nel 2012 per volere del chitarrista Robin Larsen e del bassista André Bjerring, i norvegesi Dominant arrivano con questo EP intitolato "The Summoning" - licenziato da Lacerated Enemy Records -al debutto assoluto. Aiutati dal cantante Jimmy Javins e dal batterista Tapir, che sono poi entrati a far parte in pianta stabile in formazione, i nostri ci offrono venti minuti circa di Death Metal nell'accezione moderna del termine. Non nel senso di Deathcore, sia chiaro, ma stiamo semplicemente parlando di un Death estremamente tecnico, potente, prodotto in maniera corposa.

I cinque brani che compongono "The Summoning" ci mostrano una band che ha ben chiaro in mente cosa vuole fare: tra Deicide, Suffocation, Hour of Penance, ciò che ha influenzato il modo di scrivere e suonare dei Dominant è chiaro, ma non per questo i nostri si limitano a scopiazzare. Tra l'altro, già dalle prime note di "The Purging Swarm" a risaltare è la tecnica individuale di ogni musicista coinvolto, con soprattutto il drummer Tapir sugli scudi, autore di una performance mostruosa. "The Summoning" è un EP che denota già un buon grado di maturità compositiva per il quartetto norvegese, un lavoro muscolare che riesce a passare senza patemi dalla rapidità assassina di "Servants of Damnation" alla meno tirata ma maggiormente spaccacollo - e "deicidiana" - "Vultures of the Void". Con "Feast of Woe" i Dominant spingono di nuovo sull'acceleratore, dando il ruolo di protagonista a ritmi serrati e blast beats incessanti, mentre è una violenza più ragionata quella della conclusiva "Vacant Soul Invasion".

E' un gran bel biglietto da visita quello che ci mostrano i Dominant. La band norvegese debutta con EP interessantissimo che, seppure non porti alcuna innovazione, potrà senz'altro piacere ai deathsters in giro, soprattutto se non si è fissati con il sound e le produzioni old school.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

L'eccellente debut album dei Chronosfear
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dimmu Borgir - Carmina Burana del terzo millenio
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Che bomba il nuovo disco degli Angelus Apatrida!
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Al terzo album è arrivato il momento del salto per i Sadistik Forest?
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Il terzo capitolo delle raccolte dei Mesmerize
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli Infinitas hanno fatto passi da gigante
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un discreto debutto per i blacksters romani Ulfhednar
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli Infrared devono prestare maggiore attenzione all'efficacia dei loro brani.
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
North Hammer: Full-lenght di debutto per i canadesi dal cuore nord-europeo
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Widow's Peak: Technical Death band canadese dal buon futuro assicurato
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla