A+ A A-
 

Terzo album dei Grimner, che realizzano un gradevole disco folk metal ispirato alla mitologia norrena. Terzo album dei Grimner, che realizzano un gradevole disco folk metal ispirato alla mitologia norrena. Hot

Terzo album dei Grimner, che realizzano un gradevole disco folk metal ispirato alla mitologia norrena.

recensioni

gruppo
titolo
Vanadrottning
etichetta
Despotz Records
Anno

Line up:

Henry “The Hunter” – drums

Ted “The Jarl” – lead vocals, lead guitars

Johan “The Blacksmith” – flute, mendola, bagpipes

Kristoffer “The Seer” – keyboards, backing vocals

David “The Berserker” – bass, backing vocals

Martin “The Warrior” – rhythm guitar, clean vocals

 

Evelina Jonason, Eddie Windborg – choirs and backing vocals

Erik Grawsiö – vocals on track 6

Ylva Svedenman – violin on track 2

 

Tracklist:

  1. Vanadrottning
  2. Avundas hennes ungdom
  3. En fallen jätte
  4. Kvällningssång
  5. En vilja av järn
  6. Fafnersbane
  7. Vårt blod, våra liv
  8. Dödens dans
  9. Ägers salar
  10. Sången om grimner
  11. Freja Vakar

opinioni autore

 
Terzo album dei Grimner, che realizzano un gradevole disco folk metal ispirato alla mitologia norrena. 2018-03-09 14:42:53 Virgilio
voto 
 
3.5
Opinione inserita da Virgilio    09 Marzo, 2018
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

I Grimner giungono con “Vanadrottning” al loro terzo full-length, un disco ispirato alla figura di Gullveig, che nella mitologia norrena (in particolare nell’Edda poetica) veniva più volte bruciata da Odino per poi rinascere. La loro scelta di cantare in svedese non rende facilmente accessibile la comprensione dei testi, ma è perfettamente funzionale al proprio stile musicale, un folk metal che unisce riff decisi a melodie molto orecchiabili e ad una ritmica quasi ballabile, con il ricorso a strumenti come cornamuse, flauti e occasionalmente anche il violino (“Avundas hennes ungdom”). Nulla ormai di particolarmente originale, tanto che potremmo accostarli a miriadi di altri gruppi, come potrebbero essere i Korpiklaani, ma i Grimner riescono comunque a risultare credibili grazie ad un buon livello sia compositivo che esecutivo. Da evidenziare poi come il cantato sia arricchito, oltre che da clean vocals, anche da passaggi con cantato estremo e tanti cori, che riempiono ulteriormente il sound e trasmettono all’ascoltatore una sensazione di maggiore coinvolgimento. Tra le guest nel disco, si segnala la prestigiosa partecipazione di Erik Grawsiö dei Manegarm, che compare nel brano “Fafnersbane”, senz’altro una delle tracce meglio riuscite ed intriganti del lavoro in questione, insieme alla quale citiamo almeno “Vårt blod, våra liv”, o altre comunque più dirette come la title-track, “En fallen jätte” o “Dödens dans”. Tirando le somme, “Vanadrottning” è dunque un disco magari non imprescindibile ma sicuramente gradevole, per cui merita la sua chance.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

La nostra miglior risposta al Melodic Death scandinavo: i romani Black Therapy
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Black Mess - thrash grezzo e becero
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dall'unione di Frank Bello e David Ellefson nasce l'hard rock degli Altitudes & Attitude
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ascheregen rimboccarsi le maniche al più presto!
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Starquake un prog rock dove non tutto gira come voluto
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Metal Church: metallo totale!
Valutazione Autore
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Il primo lavoro dei tedeschi Invictus
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un debutto cazzuto per i veneti Kamion
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il debutto dei Throne of Flesh con un EP devoto alla vecchia scuola Death
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Edgar Allan Poe nel debut dei Red Masquerade
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
LAND OF DAMNATION: PIACEVOLMENTE SORPRENDENTI!
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La mancanza di originalità dei Battlesword penalizza il loro album.
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla