A+ A A-
 

Eshtadur: Melodic Death colombiano di gran livello Eshtadur: Melodic Death colombiano di gran livello

Eshtadur: Melodic Death colombiano di gran livello

recensioni

gruppo
titolo
Mother Gray
etichetta
Bleeding Music Records
Anno
Line Up:
Jorg August - Vocals & Guitars
Alejo Bet - Guitars
Victor Valencia - Bass
Mauro Marin - Drums

Tracklist:
1.    Belong To Nowhere   
2.    Plaguemaker   
3.    Cornered At The Earth   
4.    Desolation   
5.    Time Hole To Paris   
6.    March Of The Fallen   
7.    The Day After I Die   
8.    Heavens To The Ground   
9.    Last Day Of The Condor   
10.  Burning Heart (Survivor Tribute)

opinioni autore

 
Eshtadur: Melodic Death colombiano di gran livello 2018-03-12 11:39:16 Graziano
voto 
 
4.0
Opinione inserita da Graziano    12 Marzo, 2018
Ultimo aggiornamento: 12 Marzo, 2018
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Eshtadur è una band colombiana che suona una miscela melodica di black e death metal ed il disco qui in esame è "Mother Grey", pubblicato ad agosto da Bleeding Music.
Riff pesanti e melodici iniziano l'album insieme ad alcuni synth atmosferici in sottofondo, mentre i ringhi del death metal s'aggiungono pochi secondi dopo e, quando la musica accelera, si sentono le influenze derivanti dallo swedish death, ben presente nelle composizioni del gruppo. In tutta l'opera si può sentire una mix tra parti mid-tempos ed accelerate, con screamin' vocals quasi più vicine alle composizioni di stampo più black metal. In questo disco persistono derivazioni e aggiunte solistiche tipicamente melodiche con anche elementi sinfonici ed epici, e la voce che alterna allo scream anche il cantato pulito, che rende particolare e variegata la proposta.
Gli Eshtadur, rispetto ai precedenti lavori (che per completezza ho ascoltato), si allontanano dalle influenze black metal e si concentrano maggiormente su uno stile death metal melodico di stampo swedish (In Flames, Dark Tranquillity et similia), pur mantenendo alcuni elementi sinfonici ed alcune parti belle dure; la produzione suona molto professionale, mentre i testi coprono temi oscuri e ribellione; una band che merita tantissimo e che può dare soddisfazioni anche a chi non mastica molto questo genere!
TRACCE RACCOMANDATE: "Plaguemaker", "Time Hole To Paris", "The Day After" e "Last Day Of The Condor".

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Al terzo album è arrivato il momento del salto per i Sadistik Forest?
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il debut album dei Kinetik
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Terzo album per i deathsters emiliani Valgrind
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Un discreto debutto per i blacksters romani Ulfhednar
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli Infrared devono prestare maggiore attenzione all'efficacia dei loro brani.
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
North Hammer: Full-lenght di debutto per i canadesi dal cuore nord-europeo
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla