A+ A A-
 

Un diamante grezzo il debut EP degli Illusion of Control Un diamante grezzo il debut EP degli Illusion of Control Hot

Un diamante grezzo il debut EP degli Illusion of Control

recensioni

titolo
Grim New World
etichetta
Autoproduzione
Anno

LINE UP:
Szabó Hunor - vocals
Bálint Szabolcs - guitars
Csiszár Gellért - guitars
Vlădăreanu István - bass, backing vocals
Sulyok Csaba - drums 

TRACKLIST: 
1. Downtrodden [07:35] 
2. Departure [06:47] 
3. Dystopia [05:52] 
4. The Words Unspoken [03:39] 

RUNNING TIME: 23:53 

opinioni autore

 
Un diamante grezzo il debut EP degli Illusion of Control 2018-03-29 19:36:55 Daniele Ogre
voto 
 
3.0
Opinione inserita da Daniele Ogre    29 Marzo, 2018
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Debut EP per i romeni Illusion of Control, Progressive Death Metal band proveniente da Cluj con un passato a dir poco travagliato: nati nel 2007, hanno avuto infatti vari problemi di line up che li ha portati allo scioglimento nel 2014. L'amicizia e la volontà di fare musica insieme ha però riportato insieme Csiszár Gellért, Bálint Szabolcs e Szabó Hunor, che rimettono insieme gli Illusion of Control nel 2018 per lanciarsi subito al lavoro su questo "Grim New World".

L'EP non parte nel migliore dei modi, con una parte spoken che fa da incipit del brano "Downtrodden", ma fortunatamente si raddrizza subito, mostrandoci una band dotata soprattutto di passione, oltre che di tecnica. Il sound degli IoC prende a piene mani da gruppi quali Opeth e Nevermore, senza dimenticare i maestri assoluti del Prog come i Dream Theater. O anche, e forse soprattutto, gli immensi Savatage - che personalmente preferisco ai DT -, come la già citata "Downtrodden" ci dimostra con quel passaggio di cori e controcori che molto ricorda i Savatage del periodo "Dead Winter Dead". Certo, con le dovute proporzioni, anche perché gli IoC hanno qualcosa ancora su cui lavorare per migliorarsi: in alcuni passaggi un più intricati, si sente come se i nostri "perdessero un colpo". Buono il lavoro vocale di Szabó, a proprio agio sia con il growl che con le clean vocals, queste ultime soprattutto con toni più bassi come nella bellissima "Departure". Nel complesso, è sicuramente apprezzabile tanto la prova singola di tutti i musicisti quanto dell'intero ensamble in questo dischetto, che ha in più anche una produzione soddisfacente.

Come detto, c'è magari qualcosa su cui lavorarci su, punti da limare e spigoli da levigare. Gli Illusion of Control è come se si fossero appena formati, lasciando perdere tutto il periodo precedente, quindi quello che possiamo sentire in "Grim New World" lo possiamo prendere come un diamante ancora grezzo, su cui ancora si deve fare un lavoro di affinatura. Ma che ha comunque qualche punto splendente alla voce "Departure" e, soprattutto, "Dystopia", che è forse il punto da cui la band romena deve ripartire per i nuovi lavori.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

I nostrani Sinatras tornano più feroci che mai
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Venticinque anni di carriera sempre in vetta: gli Aura Noir non deludono mai
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Tecnica buonissima, ma album comunque non memorabile per i francesi Dysmorphic
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il terzo live album della storia dei Raven
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un nuovo inizio per i Malevolent Creation con un album più che dignitoso
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Per i francesi Geostygma un debut EP di tutto rispetto
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Big Bad Wolf e l'amore per i Motörhead
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Forlorn Seas esordiscono con un buon disco tra post prog e inserti atmosferici
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Punk Rock fin troppo scontato per i Daggerplay
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Demonik pagano la voglia di strafare
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Thrash metal melodico e moderno che diventa stucchevole. Non ci siamo cari Enterfire
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla