A+ A A-
 

Under Siege: Il metal italico si arricchisce di una nuova promettente realtà Under Siege: Il metal italico si arricchisce di una nuova promettente realtà Hot

Under Siege: Il metal italico si arricchisce di una nuova promettente realtà

recensioni

titolo
Under Siege
etichetta
Autoproduzione
Anno

01. Blàr Allt Nam Bànag

02. Warrior I Am

03. Time For Revenge

04. Beyond The Mountains

05. Invaders

06. Sotto Assedio

07. One To Us

08. Bright Star Of Midnight

 

Line Up:

Paolo Giuliani: Vocals, Bagpipes

Livio Calabresi: Bass, Backing Vocals

Marzio Monticelli: Drums

Daniele Mosca: Guitars, Backing Vocals

Gianluca Fiorentini: Guitars, Backing Vocals

opinioni autore

 
Under Siege: Il metal italico si arricchisce di una nuova promettente realtà 2018-04-09 20:14:03 Gianni Izzo
voto 
 
4.5
Opinione inserita da Gianni Izzo    09 Aprile, 2018
Ultimo aggiornamento: 09 Aprile, 2018
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Gli Under Siege si formano a Palestrina, vicino Roma, nel 2015, con l’idea di dar voce al loro modo di intendere il folk ed il viking metal.
Quest’omonimo disco rappresenta il debutto della band, e possiamo dirlo anche fin da subito, per quanto nella maggior parte delle tracce si senta molto l’influenza sia degli Ensiferum, che degli Amon Amarth (quelli meno ruffiani), “Under Siege” è davvero una meraviglia per le orecchie.

A parte una “One To Us” un po’ troppo stirata nel minutaggio e non esplosiva come le altre, siamo di fronte ad una manciata di brani che sanno prenderti fin dal primo ascolto, grazie all'ottimo melodic death di chiara matrice nordica, che stempera la sua irruenza attraverso gli elementi folk e le atmosfere epiche, costruite con fraseggi e cori, ora solenni, ora più battaglieri, che si alternano o rafforzano il potente screaming del cantante Paolo Giuliani, che a più riprese si diletta anche con un’evocativa cornamusa.

La sezione ritmica è veloce e chirurgica, i riff taglienti e ben costruiti, brani come “Time For Revenge” o “Invaders” sono esempi di come dovrebbe essere un certo tipo di metal: tellurico, dinamico, ma senza mai dimenticare la sua parte più melodica.
Gli Under Siege ci regalano un po’ di tutto, dai ritmi serrati ad aperture epiche ed andazzi marziali, da anthem metallici cantati nell'idioma italico, che sanno già di classico, come “Sotto Assedio”, fino ad un’ottima ballata finale, il cui sound si avvicina molto a certe canzoni dei Blind Guardian.

Il debutto della band capitolina è senza dubbio una bella sorpresa per il metal nostrano, gli Under Siege pensano proprio a tutto, non eccedono nel numero delle tracce e non lo fanno quasi mai nel minutaggio, riescono a trovare un giusto equilibrio nei vari ingredienti della loro musica. Le band ispiratrici sono molto presenti nel loro sound, ma c'è tempo e modo per affinare una via più personale per le proprie composizioni. Da tenere sott'occhio.

Trovi utile questa opinione? 
10
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Gli Urze De Lume ed un disco che non ha niente a che spartire con il metal
Valutazione Autore
 
1.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un altro buon disco per i Cryonic Temple
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il solito hard rock moderno per i Co-op: tanta potenza, poche vibrazioni
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Fantasy Opus, un buon esempio di power metal teutonico dal tocco progressivo
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Blaze Of Perdition, aspettatevi l'inaspettato.
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Eigensinn, dalla Germania con sonorità moderne e voce femminile
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Eye Of The Destroyer, la bestia del New Jersey torna con un nuovo EP
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un viaggio alchemico tra filosofia e visioni mistiche: il nuovo EP dei Veratrum
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Dygora dimostrano di essere pronti per il grande passo
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Arriva sul mercato occidentale "Зло внутри" degli ucraini Crystal Sword
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ben Blutzukker ed un E.P. di cui difficilmente ci si ricorderà in positivo
Valutazione Autore
 
1.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli A Scar for the Wicked ed un sound che unisce perfettamente Deathcore e Melodic Death
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla