A+ A A-
 

Da Belfast una delle più interessanti novità del panorama Death europeo: Strangle Wire Da Belfast una delle più interessanti novità del panorama Death europeo: Strangle Wire

Da Belfast una delle più interessanti novità del panorama Death europeo: Strangle Wire

recensioni

titolo
The Dark Triad
etichetta
Grindscene Records
Anno

LINE UP: 
I - vocals 
II - guitars 
III - bass 
IV - drums 

TRACKLIST: 
1. The Games They Play [03:32] 
2. The Narcissist [04:25] 
3. Psychopatic Blue [03:21] 
4. The Failure Exhibit [03:39] 
5. Through a Black Lens [03:56] 
6. Den of Iniquity [04:49] 

Running time: 23:42 

opinioni autore

 
Da Belfast una delle più interessanti novità del panorama Death europeo: Strangle Wire 2018-04-13 17:39:31 Daniele Ogre
voto 
 
4.0
Opinione inserita da Daniele Ogre    13 Aprile, 2018
Ultimo aggiornamento: 14 Aprile, 2018
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Giusto il tempo di tirar fuori un singolo a pochi mesi dalla propria fondazione, ed ecco arrivare un EP col quale debuttano i nordirlandesi Strangle Wire. Prodotto da Grindscene Records, "The Dark Triad" è un concentrato di Death tecnico e sfuriate Grind, le cue influenze spaziano soprattutto tra Sinister e Dying Fetus.

Le premesse, insomma sembrano essere buone: saranno confermate dall'ascolto dell'EP? Ma decisamente sì! Il sound degli Strangle Wire tende in alcuni punti ad essere eccessivamente derivativo - vedi "The Narcissist" -, ma pensando al fatto che per il quartetto di Belfast è in pratica l'esordio assoluto e considerando la notevole tecnica che lascia intendere quanto margine di miglioramento possa esserci, è qualcosa cui, questa volta, ci si può anche passar sopra. Senza contare che se sono stati chiamati a suonare al Decimetion Fest II a Madrid (con Haemorrhage e Disavowed) e al Las Vegas Deathfest (con Dying Fetus ed Incantation), un motivo dovrà pur esserci. Ed il motivo è che pur non innovando nulla, gli Strangle Wire fanno dannatamente bene quel che vogliono fare. "The Dark Triad" è un EP in cui sono concentrate sonorità derivanti tanto dallo US style quanto dalla parte più dura della scuola centro-europea: blast beats, riffingwork estremamente tecnico, pesanti rallentamenti, refrain thrashy, gli Strangle Wire riescono in poco più di 20 minuti e mettere in campo ogni arma appartenente al lor campionario, tirando fuori nel frattempo due bordate come "The Failure Exhibit" e "Through a Black Lens".

Si parlava di premesse poco fa. E se queste sono le premesse degli Strangle Wire, si può esser certi che sentiremo parlare molto, in futuro, di questo quartetto nordirlandese. Il potenziale per crescere ulteriormente è praticamente illimitato, quindi possiamo prendere "The Dark Triad" come un semplice antipasto prima che i nostri ci servano la loro prima vera e propria portata.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Lostair, un thrash che ricorda vagamente gli Iced Earth più duri
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il brutale ritorno dei danesi Deiquisitor con "Downfall of Apostates"
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Michael Kratz tra west coast aor, soft rock e funky
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Voight Kampff ed il loro thrash iper-tecnico
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una nuova impressionante realtà nel panorama estremo greco: Nigredo
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Buon punto di partenza ma con alcuni margini di miglioramento questo ep degli Aynsophar.
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dagli States lo spietato Blackened Death dei Blood of the Wolf
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un post grunge/rock gotico e malinconico per i Thelema
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
SPLENDIDO DEBUTTO PER I MILANESI SLABBER!
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un hard rock maturo, ben composto e suonato con i Rhino Proof
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla