A+ A A-
 

Il solito buon melodic hard rock dal tocco moderno dei britannici Vega Il solito buon melodic hard rock dal tocco moderno dei britannici Vega

Il solito buon melodic hard rock dal tocco moderno dei britannici Vega

recensioni

gruppo
titolo
Only Human
etichetta
Frontiers Records
Anno

BAND MEMBERS:

Nick Workman: Lead vocals, backing vocals, acoustic guitar and wall hitter

Tom Martin: Bass guitar

Marcus Thurston: Lead Guitar

James Martin: Keyboards

Mikey Kew: Guitar, backing vocals

Martin "Hutch" Hutchinson: Drums

 

01 Let's Have Fun Tonight 3:55

02 Worth Dying For 4:05

03 Last Man Standing 4:34

04 Come Back Again 4:10

05 All Over Now 5:37

06 Mess You Made 4:19

07 Only Human 4:16

08 Standing Still 4:53

09 Gravity 4:50

10 Turning Pages 4:50

11 Fade Away 3:31

12 Go To War 4:06

 

 

opinioni autore

 
Il solito buon melodic hard rock dal tocco moderno dei britannici Vega 2018-05-21 19:00:52 Federico Orano
voto 
 
3.5
Opinione inserita da Federico Orano    21 Mag, 2018
Ultimo aggiornamento: 22 Mag, 2018
#1 recensione  -   Guarda tutte le mie opinioni

Da cosa si misura un bel disco? Beh, difficile dirlo, di sicuro dipende molto dal genere. In effetti, da un lavoro dei Vega, quello che ci si aspetta sono dei brani di facile impatto, capaci di far trascorrere all'ascoltatore una cinquantina di minuti di buona musica orecchiabile. E questo nuovo, quinto album in studio della band inglese, intitolato "Only human", centra in pieno questo obiettivo.

L'aor dal sound moderno del gruppo britannico esce subito con prepotenza dallo stereo con “Let's Have Fun Tonight”, un pezzo dal buon tiro, con ottime melodie, capace di attirare subito l'attenzione come ogni opener song dovrebbe fare. E il disco prosegue molto bene, certo non tutti i pezzi sono da dieci e lode, ma non si può che apprezzare l'iper catchy title track, autentica hit capace di conquistare con un refrain mieloso ma strariuscito, il mid tempo “Come Back Again” dal tocco scandinavo (Eclipse, H.e.a.t..) e la rock ballad “Turning pages”, con una prestazione vocale di Nick Workman davvero superlativa. Certo che brani come “War to go” e “Last Man Standing” mostrano l'altra faccia della medaglia del sound Vega, ovvero quando, nei momenti meno ispirati, viene fuori una certa scontatezza del songwriting.

“Only human”, senza strafare, è un lavoro capace di soddisfare il palato dei melodic rock maniacs in giro per il mondo. I Vega non riescono ancora ad esplodere, ma si confermano band veramente valida nella scena mondiale.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Un buon debutto per gli svedesi Candle
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I fratelli Houseman con i loro Akhenaten ci portano per mano nell'antico Medioriente
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli Airrace hanno ancora molto da insegnare alle giovani leve
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Mad Max trentacinque anni di carriera ricchi di passione
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Witchunter: recensione di "Back OnThe Hunt (2016)
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Il buon debut album dei Neophobia
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli Expiatoria non convincono
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ma di preciso, cos'è che vogliono proporre gli americani Homerik?
Valutazione Autore
 
1.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
:Inferno 9:, un debutto "black metal" italiano impressionante!
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Per i Gates of Doom un EP che affronta la nascita romana delle loro terre
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Piacevole thrash per gli svizzeri Mind Patrol
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla