A+ A A-
 

Un lavoro strumentale fin troppo prolisso per Carmelo Caltagirone Un lavoro strumentale fin troppo prolisso per Carmelo Caltagirone

Un lavoro strumentale fin troppo prolisso per Carmelo Caltagirone

Tracklist
1.God’s Wrath (Alternative Version)

2.Indie Shred

3.Virtual Icon

4.Bass Solo

5.Density

6.Macigno (Alternative Version)

7.Skate Rock

8.The Iron man

9.Sunday Mornong

10.Snob Breack

11.Ipnotic Trauma

12.Rmelo The Boss

13.Prank (Alternative Version)

14.Triskelle

15.her Conversion

16.Cosa loro, please

17.Surf’n’Skate (live)

18.Dark Funk (live)

19.Sunday Morning (live)

20.Winter (live)

21.Density (live)

 

Line-up

Carmelo Caltagirone – Everything

opinioni autore

 
Un lavoro strumentale fin troppo prolisso per Carmelo Caltagirone 2018-06-12 09:52:38 Federico Orano
voto 
 
2.5
Opinione inserita da Federico Orano    12 Giugno, 2018
#1 recensione  -   Guarda tutte le mie opinioni

Carmelo Caltagirone è un chitarrista e polistrumentista che fa delle sei corde la sua grande passione e che ora pubblica questo “F*ck*d Alien”.

Partiamo subito da cosa non va in questo lavoro; senza dubbio il fatto che il disco è infinito e 21 tracce sono davvero troppe soprattutto se si tratta di un lavoro completamente strumentale dove spesso si rischia di perdere la bussola. Il buon Carmelo mostra diverse influenze nel proprio sound dall'hard rock fino al metal alternando riff di stampo classico ad altri dal tocco moderno. E poi ci sono tanti solos come è giusto che sia, vedi nel brano “Macigno”. Certo che manca un po' di frizzantezza in questi brani e alle orecchie di chi non vive di tecnica è normale che dopo qualche brano possa calare la noia più completa.

Insomma sulla tecnica di Carmelo non si discute ma catturare l'attenzione quando si tratta di brani strumentali non è affatto facile ed è qui che c'è ampio margine di miglioramento per questo muscista.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Refuge, la solita minestra ma che è sempre buona anche in Estate
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Bel debutto per le Charlotte in Cage con il loro “riot metal”.
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I pionieri del death/thrash Agressor tornano con una ristampa della loro pietra miliare
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Sojourner tornano con un lavoro dalle atmosfere ancora più epiche
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ottimo il debutto della one man band finlandese Circenses
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Rispolveriamo del buon vecchio thrash, con la ristampa dell'ultimo disco dei Missing Link
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Dissonante, straniante ed "esotica" la proposta dei Dischordia
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli Immortal Sÿnn hanno bisogno di scegliere una strada da percorrere
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Rites Of Sedition, mai giudicare un libro dalla copertina..
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un lavoro strumentale fin troppo prolisso per Carmelo Caltagirone
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ep che si concentra soprattutto su alcune cover per Parrys Hyde
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla