A+ A A-
 

L'Albero del Veleno un viaggio nel prog rock strumentale e orchestrale L'Albero del Veleno un viaggio nel prog rock strumentale e orchestrale

L'Albero del Veleno un viaggio nel prog rock strumentale e orchestrale

recensioni

titolo
Tale of a Dark Fate
etichetta
Black Widow Records
Anno

TRACK LIST:

I - Prelude - The poison tree
ACT I - HYPNOS
II - Morpheus
III - Phobetor
IV - Interlude I - Momus
V - Phantasos
VI - Interval
ACT II - THANATOS
VII - Clotho
VIII - Lachesis
IX - Interlude II - Ananke
X - Atropos
XI - Postlude - Moros

 

L’Albero del Veleno are:

Nadin Petricelli - Keyboard/Synth

Lorenzo Picchi - Guitars

Michele Andreuccetti - Bass

Marco Brenzini – Flute

opinioni autore

 
L'Albero del Veleno un viaggio nel prog rock strumentale e orchestrale 2018-06-12 10:24:27 Federico Orano
voto 
 
4.0
Opinione inserita da Federico Orano    12 Giugno, 2018
#1 recensione  -   Guarda tutte le mie opinioni

Che classe che sta dietro il monicker L'albero del veleno. Siamo in Toscana dove 5 musicisti danno vita ad un sound strumentale che deve molto al prog rock, al gothic, alle colonne sonore di Ennio Morricone, il tutto con una marcata tinta dark.

Ed è dal bellissimo digipack, impreziosito da un bel booklet artistico, che subito ci si immerge nelle atmosfere magiche e pensanti composte da L'albero del veleno, band nata nel 2010 con la passione per le colonne sonore dei film horror e thriller degli anni 60, 70 e 80. Tastiere, pianoforte, flauto e orchestrazioni danno vita a questo bel disco diviso in due atti che vanno ascoltati dall'inizio alla fine senza pausa ma lasciandosi trasportare dalla musica, magari ad occhi chiusi.

Un disco non per tutti, certo, e nemmeno un disco sound a queste calde giornate estive. Ma se avete bisogno di una colonna sonora intensa e malinconica allora „Tale of a dark fate“ fa per voi!

Trovi utile questa opinione? 
10
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Refuge, la solita minestra ma che è sempre buona anche in Estate
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Bel debutto per le Charlotte in Cage con il loro “riot metal”.
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I pionieri del death/thrash Agressor tornano con una ristampa della loro pietra miliare
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Sojourner tornano con un lavoro dalle atmosfere ancora più epiche
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ottimo il debutto della one man band finlandese Circenses
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Rispolveriamo del buon vecchio thrash, con la ristampa dell'ultimo disco dei Missing Link
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Dissonante, straniante ed "esotica" la proposta dei Dischordia
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli Immortal Sÿnn hanno bisogno di scegliere una strada da percorrere
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Rites Of Sedition, mai giudicare un libro dalla copertina..
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un lavoro strumentale fin troppo prolisso per Carmelo Caltagirone
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ep che si concentra soprattutto su alcune cover per Parrys Hyde
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla