A+ A A-
 

Gothic, doom, prog, alternative... i Blue Dawn non sono affatto banali Gothic, doom, prog, alternative... i Blue Dawn non sono affatto banali

Gothic, doom, prog, alternative... i Blue Dawn non sono affatto banali

recensioni

gruppo
titolo
Edge of Chaos
etichetta
Black Widow Records
Anno

TRACK LIST:

The presence (F. Delirio)
Sex(under a shell) (E. Lanciaprima)
The perfect me (A. Martino/E. Lanciaprima/J.M. Jason)
Serpent's tongue (J.M. Jason/E. Lanciaprima)
Dancing on the edge of chaos (A. Martino/E. Lanciaprima)
Wandering mist (J.M. Jason)
Black Trees (A. Martino/E. Lanciaprima)

Burst of life (E. Lanciaprima/A. Martino)
Sorrows of the moon (Ain/Warrior)
Baal' s demise (E. Lanciaprima)
Unwanted love (E. Lanciaprima/A. Martino) - cd only bonus track

Blue Dawn:
Monica Santo - vocals
Enrico Lanciaprima - bass and vocals
Andrea "Marty" Martino - rhythm and lead guitar
Andrea Di Martino - drums

Additional musicians:
James Maximilian Jason - keyboards and synthesizers, vocals on Sorrows of the moon
Caesar Remain - lead guitar on  songs 2,3,4,5,7,8,11
Roberto Nunzio Trabona - saxophone
Marcella Di Marco - backing vocals on Sex(under a shell), vocals on Baal' s demise

Very special guests:
Freddy Delirio - keyboards and synthesizers on The presence
Matteo Ricci - lead guitar on Baal' s demise

opinioni autore

 
Gothic, doom, prog, alternative... i Blue Dawn non sono affatto banali 2018-06-12 12:32:48 Federico Orano
voto 
 
2.5
Opinione inserita da Federico Orano    12 Giugno, 2018
Ultimo aggiornamento: 16 Giugno, 2018
#1 recensione  -   Guarda tutte le mie opinioni

Sonorità cupe, ritmi lenti e gotici per i Blue Dawn, band italiana con già due dischi alle spalle. Questo “Edge of chaos” si muove tra doom, progressive e gothic, alternando la voce femminile di Monica a quella maschile di Enrico.

Atmosfere dark e sinistre accompagnano tutto il disco, un lavoro magari non perfetto nella produzione, con qualche suono leggermente impastato, ma con un songwrting originale e interessante. Con l'utilizzo delle tastiere e di chitarre pesanti, la strumentale “Serpent's tongue” sarebbe una perfetta colonna sonora per un film horror, mentre l'opener “The presence” mostra il lato più alternative della band. L'intensa “Dancing on the edge of chaos” colpisce anche grazie ad un bel solo centrale di chitarra, mentre la parte finale del disco diventa fin troppo malinconica, con linee vocali gotiche e moderne che ricordano qualcosa di Rammstein e Tiamat.

Un lavoro complesso da ascoltare molte volte, ricco di molte sfacettature. Non tutto funziona al meglio, anzi, ma bisogna dare credito ai Blue Dawn, band audace che lascia da parte la banalità.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

I venezuelani Demise ed un album che è una continua mattonata allo stomaco
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Primo album per i romeni Vorus, che confermano la prova sufficiente del demo d'esordio
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dopo 9 anni di silenzio gli Unanimated tornano "solo" con un breve EP
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Veloce e violento il debutto degli svedesi Crawl: un disco che non fa prigionieri
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Si respira un'aria di freschezza all'ascolto di questo debutto degli Ignore The Sign
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Il debut del progetto On My Command non ha una produzione all'altezza
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il buon debut album dei Neophobia
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli Expiatoria non convincono
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ma di preciso, cos'è che vogliono proporre gli americani Homerik?
Valutazione Autore
 
1.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
:Inferno 9:, un debutto "black metal" italiano impressionante!
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Per i Gates of Doom un EP che affronta la nascita romana delle loro terre
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla