A+ A A-
 

Dall'Irlanda il granitico Death Metal novantiano dei Legion of Wolves Dall'Irlanda il granitico Death Metal novantiano dei Legion of Wolves

Dall'Irlanda il granitico Death Metal novantiano dei Legion of Wolves

recensioni

titolo
Bringers of the Dark Sleep
etichetta
Metal Scrap Records
Anno

LINE UP: 
Chris - vocals 
Arkadiusz Kupiszowski - guitars 
Annatar - guitars, bass 
Jason Connolly - drums 

TRACKLIST: 
1. Bringers of the Dark Sleep [04:49] 
2. Tou Shall Know [04:07] 
3. Grond [03:02] 
4. Brthers of Fury and Iron [05:56] 
5. Plague of the Immortal [05:11] 
6. Forged in Fire and Combat [05:12] 
7. Summon the Elite [04:37] 
8. Sorrow Made Madness [04:55] 
9. Obsidian [03:54] 
10. Heavy Mass of Murder [04:53] 

Running time: 46:36 

opinioni autore

 
Dall'Irlanda il granitico Death Metal novantiano dei Legion of Wolves 2018-06-15 09:42:19 Daniele Ogre
voto 
 
3.5
Opinione inserita da Daniele Ogre    15 Giugno, 2018
Ultimo aggiornamento: 15 Giugno, 2018
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

I Legion of Wolves si formano nel 2009 per mano degli ex-Abaddon Incarnate Jason Connolly ed Annatar; a loro si unirono subito il chitarrista Arkadiusz Kupiszowski ed il cantante Chris - stando ai nomi, direi che sono il 'lato' polacco della band -, oltre che John McGhee, bassista che oggi è l'unico non presente della formazione originaria (le linee di basso sono opera di Annatar in questo disco). "Bringers of the Dark Sleep" è il debut album per la Death Metal band irlandese e segue i due demo "Mark of the Legion" e "Legio Lvporvm XIV".

Un Death, quello dei Legion of Wolves, le cui influenze sono tratte dai gruppi coi quali i membri della band sono cresciuti: Pestilence, Bolt Thrower, Vomitory, Asphyx, Unleashed, in un mix di sonorità old school che rendono il lavoro dei nostri estremamente pesante ma mai eccessivamente 'veloce', con il focus incentrato soprattutto nel dare un grosso impatto, seppure i lupi polacco-irlandesi - la base della band sembra essere comunque Dublino - comincino con il brano più brutale dell'opera, la title-track "Bringers of the Dark Sleep", pezzo in cui è maggiormente palese l'influenza dei Vomitory. Per il resto l'album è un continuo interscambiarsi tra lo Stockholm Sound, lo stile UK ed il Death/Doom centro-europeo: un mix che visto così potrebbe sembrare quasi caotico, ma che invece, grazie all'ottimo equilibrio trovato dai LoW, funziona alla grande. E così tra una "You Shall Know", una 'asphyxiana' "Brothers of Fury and Iron (manco a dirlo il pezzo che ho preferito del disco), la furiosa calvalcata Swedish di "Plague of the Immortal" ed una più British "Obsidian", i 3/4 d'ora di questo "Bringers of the Dark Sleep" scorrono via piacevolmente.

Non sorprende che i Legion of Wolves abbiano attirato l'attenzione della Metal Scrap Records (etichetta ucraina che ha prodotto anche i recentemente recensiti 1000Dead ed i nostrani Arkana Code). "Bringers of the Dark Sleep" non sarà un album che farà gridare al miracolo, ma resta pur sempre un buonissimo prodotto Death Metal, che potrà senz'altro piacere agli amanti di sonorità europee più novantiane.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Trent'anni di carriera, dieci album all'attivo: gli Obscenity restano una garanzia
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Da membri di Pestilence, Cryptopsy ed Incantation arrivano i bestiali Tribe of Pazuzu
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I M.I.GOD. ed il loro "sophisticated metal"
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Più cupi, tristi e malinconici: tornano i finlandesi Swallow The Sun
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Estremamente piatto il debutto dei The Wandering Ascetic
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Gli Ancient Bards ed il secondo capitolo della "Black crystal sword saga"
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il sesto album dei Belladonna, come sempre molto eleganti
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un'onesta uscita questo terzo disco dei bielorussi Vistery
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Troppo breve il demo dei Tensor per poterne dare un giudizio completo
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Vandor, un debutto ancora alquanto acerbo
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla