A+ A A-
 

Rispolveriamo del buon vecchio thrash, con la ristampa dell'ultimo disco dei Missing Link Rispolveriamo del buon vecchio thrash, con la ristampa dell'ultimo disco dei Missing Link

Rispolveriamo del buon vecchio thrash, con la ristampa dell'ultimo disco dei Missing Link

recensioni

titolo
"Lobotomized"
etichetta
Vic Records
Anno

 

TRACKLIST:

1.      Lobotomized

2.      Hpise of fear

3.      Furious

4.      Time bomb

5.      All mine

6.      Troublemakers benefit

7.      Devil or God

8.      Persistance of desire

9.      Time to say goodbye

 

 

LINE-UP:

Morten Stutzer – Guitars, backing vocals

Michael Stutzer – Guitars, backing vocals

Niels Skovgaard – Bass, backing vocals

Sven Olsen – Drums, backing vocals

René Struch - Vocals

 

opinioni autore

 
Rispolveriamo del buon vecchio thrash, con la ristampa dell'ultimo disco dei Missing Link 2018-06-17 09:30:15 Ninni Cangiano
voto 
 
3.5
Opinione inserita da Ninni Cangiano    17 Giugno, 2018
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Tra fine anni ’80 e negli anni ’90, mentre gli Artillery si prendevano una pausa, i fratelli Stutzer, Morten e Michael, formarono e si dedicarono ad un’altra band denominata Missing Link. Con questo nome tra il 1991 ed il 1997, registrarono due demos, un EP e due albums. A maggio 2018, la label olandese Vic Records ha deciso di ristampare l’ultimo disco dei Missing Link, intitolato “Lobotomized”, disco che era stato registrato nei famosi Sweet Silence Studios in Danimarca con il mitico Flemming Rasmussen (Metallica, Morbid Angel, Blind Guardian, Artillery) nel 1997, prima che tornassero in scena gli Artillery. Il sound della band è un canonico thrash metal di scuola europea, abbastanza differente da quello più tecnico dell’altra band dei fratelli Stutzer, anche se comunque ricca di quelli stop’n’go e di quelle splendide parti soliste di chitarra che da sempre contraddistinguono lo stile degli Artillery. Sono passati oltre 20 anni da quando questo disco è stato registrato ed è sorprendente come il suo sound sia comunque attuale e viene da dire che tante giovani bands dovrebbero prendere esempio da questo progetto per poter suonare con la stessa qualità e classe, dato che la ricetta vincente del thrash è comunque sempre la medesima. “Lobotomized” è composto da 9 pezzi più che validi, anche con una notevole attenzione alle melodie, segno che nel thrash, oltre all’atteggiamento “in your face” ed all’aggressività, serve anche saper suonare come si deve e non basta energia a profusione. Forse il cantante René Struch non passerà alla storia come il miglior cantante della storia del thrash, ma alla fin fine la sua voce si ascolta senza particolari problemi. La Vic Records è ormai pressoché dedita a ristampe di vecchi dischi ed ogni tanto tira fuori qualche chicca che merita di essere rispolverata e tirata a lucido, questa volta con “Lobotomized” dei Missing Link ha fatto un buon lavoro, ridando lustro ad un disco piacevole di un progetto parallelo ai ben più famosi Artillery. Tra l’altro, è anche un’occasione per risentire all’opera il batterista Sven Olsen, deceduto prematuramente nel 2013 per un male incurabile. Se siete appassionati del thrash di scuola europea, direi che questo disco merita sicuramente la vostra attenzione.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Il ritorno di Holter orfano di Jorn con un discreto lavoro di metal melodico e sinfonico
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Sound of the Raging Steppe: dalla Cina con furore!
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Secondo album per le Burning Witches, heavy metal band svizzera interamente al femminile.
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Leverage, un Ep per prepararci al loro ritorno
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Nordic Union - l'unione di Martensson ed Atkins fa pieno centro
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Nothgard: Un buon album, ma già rimpiangiamo i Nothgard che furonono
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Debuttano con un breve (ma comunque interessante) EP i canadesi Dethgod
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dalla terra del Death tecnico arriva una nuova interessante scoperta: i Samskaras
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Non entusiasmante il debut dei Serpents Kiss
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Thrash vecchia scuola con i Raging Rob
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Thrash e prog nel debutto discografico degli External
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
BuiOmegA, un debutto incredibile!
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla