A+ A A-
 

Gli svedesi Craft come sempre fedeli alle proprie sonorità Gli svedesi Craft come sempre fedeli alle proprie sonorità

Gli svedesi Craft come sempre fedeli alle proprie sonorità

recensioni

gruppo
titolo
White Noise and Black Metal
etichetta
Season Of Mist Underground Activists
Anno

LINE UP: 
Nox - vocals 
Joakim - guitars, electronics 
John Doe - guitars 
Alex - bass 
Daniel Moilanen - drums 

TRACKLIST: 
1. The Cosmic Sphere Falls [04:56] 
2. Again [04:15] 
3. Undone [06:38] 
4. Tragedy of Pointless Games [06:27] 
5. Darkness Falls [04:50] 
6. Crimson [04:48] 
7. YHVH's Shadow [05:40] 
8. White Noise [04:42] 

Running time: 42:16 

opinioni autore

 
Gli svedesi Craft come sempre fedeli alle proprie sonorità 2018-06-21 14:45:35 Daniele Ogre
voto 
 
3.5
Opinione inserita da Daniele Ogre    21 Giugno, 2018
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Tra le (non poche) bands Black nate a cavallo tra la fine del secolo scorso e gli inizi degli anni 2000, ce ne sono diverse che hanno avuto un discreto impatto sin da subito. Ma sono poche quelle che hanno colpito dal primo istante, che sono arrivate sulla scena come un uragano come gli svedesi Craft. Per anni confinati al solo lavoro in studio senza mai, per scelta, calcare i palchi, i Craft tra il 2000 ed il 2005 pubblicano tre degli album più cattivi, marci ed allo stesso tempo impressionanti in ambito Black: "Total Soul Rape", il loro capolavoro massimo "Terror Propaganda" e "Fuck the Universe". Dischi Black a tutto tondo, in cui si possono trovare richiami tanto allo stile norvegese quanto al più potente (e melodico) svedese, fino alle influenze Thrash/Black di "Fuck the Universe". Da quel trittico passeranno sei anni prima che la band fondata dal chitarrista (ex bassista) Joakim Karlsson ritorno col non tanto convincente "Void"; nel frattempo, almeno, i Craft cominciano a fare concerti...

Correva l'anno 2011 quindi, questo vuol dire che sono passati sette anni di silenzio prima che la malvagia creatura svedese si ripresentasse con "White Noise and Black Metal", album numero 5 per loro, primo sotto l'egida della Season of Mist (l'album è pubblicato dalla sub-label Season of Mist Underground Activists). E bisogna dire che i Craft sono realmente tornati: si torna alle sonorità di "Terror Propaganda", ossia quel Black a tutto tondo che punta ad essere semplicemente il più cattivo possibile, ma unito a questo c'è un songwriting più maturo ed intelligente, che ci mostra quindi una band in forma smagliante. Non c'è un canone preciso che i Craft seguono, dunque possiamo ritrovarci con bordate Swedish Black come "Undone", l'espressamente 'darkthroniana' "Again", o pezzi figli del Bergen Sound come "Tragedy of Pointless Games". Il tutto, come detto, da l'impressione di consegnarci una band in formissima: pur non inventando assolutamente nulla di nuovo, il riffingwork tagliente unito ad una sezione ritmica mai esagerata eppure in linea con il buon songwriting - e devo dire che fa strano sentire il batterista dei Katatonia, Daniel Moilanen, all'opera su qualcosa di così estremo -, fanno sì che "White Noise and Black Metal" sia un disco il cui ascolto procede senza momenti di stanca. Ah... e poteva mancare mai un momento più "Black'n'Roll"? Ovviamente no, visto la thrash-blackeggiante "Darkness Falls", altro brano che consente una certa varietà a quest'album.

Niente di nuovo sotto al sole per i Craft. Fedele al proprio stile, la band svedese con "White Noise and Black Metal" ci dona un disco soddisfacente che ripaga sia della lunga attesa - sette anni, come detto -, sia del non proprio imprescindibile "Void".

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Motor City Mayhem - energia allo stato puro
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Rock a stelle e strisce con i Cattail Brew
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli Urze De Lume ed un disco che non ha niente a che spartire con il metal
Valutazione Autore
 
1.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un altro buon disco per i Cryonic Temple
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il solito hard rock moderno per i Co-op: tanta potenza, poche vibrazioni
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Fantasy Opus, un buon esempio di power metal teutonico dal tocco progressivo
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Epica Vs Attack on Titan Songs
Valutazione Autore
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Eye Of The Destroyer, la bestia del New Jersey torna con un nuovo EP
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un viaggio alchemico tra filosofia e visioni mistiche: il nuovo EP dei Veratrum
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Dygora dimostrano di essere pronti per il grande passo
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Arriva sul mercato occidentale "Зло внутри" degli ucraini Crystal Sword
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ben Blutzukker ed un E.P. di cui difficilmente ci si ricorderà in positivo
Valutazione Autore
 
1.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla