A+ A A-
 

La passione per la musica non basta ai Knightmare La passione per la musica non basta ai Knightmare

La passione per la musica non basta ai Knightmare

recensioni

titolo
“Walk through the fire”
etichetta
Autoproduzione
Anno

 

TRACKLIST:

1.      Intro

2.      Walk through the fire

3.      Banshee

4.      Supermoon

5.      Spirits

6.      Lake of rage

7.      War song

 

 

 

LINE-UP:

Anthony Micale - Bass/Lead Vocals

Jared Mountz - Lead/Rhythm Guitar/Backing Vocals

Reid Rogers - Lead/Rhythm Guitar/Vocals

Spencer Hughes - Drums/Vocals

opinioni autore

 
La passione per la musica non basta ai Knightmare 2018-07-07 09:18:57 Ninni Cangiano
voto 
 
1.5
Opinione inserita da Ninni Cangiano    07 Luglio, 2018
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Nel corso degli anni sono esistite numerose bands in giro per il mondo con il nome Knightmare (senza contare le tantissime “Nightmare”, dalla pronuncia simile); oggi parleremo del gruppo della North Carolina negli USA, fondato nel 2010, e del loro terzo album intitolato “Walk through fire”. Già la copertina lascia immaginare cosa si possa poi ascoltare, con il solito dragone che sputa fuoco contro il solito guerriero-scheletro; insomma un artwork pieno di cliché super-abusati. Il sound della band è un classicissimo US-power, con un po’ di speed (specie nella title-track), un po’ di buon vecchio heavy (“Banshee”) e qualcosa di hard rock degli anni ’70 (“Lake of rage” e la lunga “War song”); insomma qualcosa che si ascolta da circa 30/35 anni a questa parte e che miriadi di altre bands hanno già suonato prima dei nostri Knightmare. Bisogna aggiungere che, tolta l’inutilissima “Intro” (titolo che è tutto un programma), il disco dura circa 36 minuti distribuiti in soli 6 pezzi. La durata di ciascuna composizione è quindi parecchio elevata e, considerando una qualità non altrettanto elevata sia della musica in sé che della registrazione, capirete che è stato abbastanza arduo dare ripetuti ascolti a questo disco. E’ evidente che i Knightmare suonino solo e soltanto per passione e per amore verso la musica, ma ciò non basta a rendere “Walk through the fire” un disco interessante o quanto meno appetibile per qualcuno che non sia un die-hard fan.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

I giovani Atlas con un melodic rock ancora acerbo
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli Allfather tra Sludge/Doom e ferocia Hardcore
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I russi Adfail ed un EP ai confini della noia
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un nuovo, bellicoso lavoro per i 28 anni di Marduk
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Arrivano finalmente al debutto i deathsters ucraini Mutanter
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Treat: i maestri del melodic hard rock scandinavo sono tornati!
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Singolo pre-EP per la one man band russa Insidious One
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Hitwood: a distanza di un anno il progetto italiano torna a bomba
Valutazione Autore
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dark Weaver - groovin' metal!
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Rithiya Henry Khiev, tecnica ed originalità, ma non solo
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Come suggerisce il titolo, i Maxxwell si sono metalizzati!
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Vetrarnott, un esordio assolutamente convincente!
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla