A+ A A-
 

Ristampa in vinile per "Horrorhammer" degli Abscess, progetto parallelo degli Autopsy Ristampa in vinile per "Horrorhammer" degli Abscess, progetto parallelo degli Autopsy

Ristampa in vinile per "Horrorhammer" degli Abscess, progetto parallelo degli Autopsy

recensioni

gruppo
titolo
Horrohammer (Reissue)
etichetta
Horror Pain Gore Death Productions
Anno

Periodo di attività: 1994-2010 

RECORDING LINE UP: 

Chris Reifert - vocals, drums 
Danny Coralles - guitars, vocals 
Clint Bower - guitars, vocals 
Joe Allen - bass, vocals 

TRACKLIST: 
Side A 
1. Drink the Filth [02:39] 
2. New Diseases [01:57] 
3. Poison messiah [04:11] 
4. Another Private Hell [01:12] 
5. Exterminate [02:56] 
6. When Witches Burn [03:19] 
Side B 
7. Foure Grey Walls [02:14] 
8. Beneath a Blood Red Sun [03:46] 
9. Horrorhammer [02:44] 
10. Hellhole [02:37] 
11. March of the Plague [04:45] 
12. The Eternal Pyre [02:27] 

Running time: 34:47 

Ristampa in vinile 12", limitata in 150 copie Ice-blue Vinyl

opinioni autore

 
Ristampa in vinile per "Horrorhammer" degli Abscess, progetto parallelo degli Autopsy 2018-07-10 14:56:50 Daniele Ogre
voto 
 
2.5
Opinione inserita da Daniele Ogre    10 Luglio, 2018
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Attivi dal '94 al 2010, i californiani Abscess sono stati un progetto parallelo dei membri degli Autopsy - Chris Reifert, Danny Coralles e Joe Allen - con l'aggiunta del chitarrista Clint Bower. Dalla band madre gli Abscess prendono il marcissimo Death/Doom che ha reso leggendario il nome Autopsy, unendo a questo un approccio Punk che sposta le coordinate stilistiche di questo side project più vicino ai lidi del Grindcore. Sfortunatamente dagli Autopsy non verrà mai traslata la qualità musicale. Senza che ci si giri troppo attorno, gli Abscess sono sempre stati un gruppo che ha ristagnato tra la sufficienza risicata e la mediocrità, pur divenendo un nome di culto per gli amanti del Grindcore - che di per sé, per chi vi scrive, è un genere su cui si può passare sopra senza problemi -.

Uscito originariamente nel 2007 per Tyrant Syndicate (etichetta di proprietà dei Darkthrone con distribuzione Peaceville Records), "Horrorhammer" ritorna a nuova vita grazie alla Horror Pain Gore Death Productions, che ha ristampato il quinto (e penultimo) album degli Abscess in formato vinile 12". Niente remastering, quindi la produzione è rimasta quella originale di Adam Munoz e dei suoi Prairie Sun Studios (dove ha avuto luce "Seven Churches" dei Possessed): una produzione in linea con l'attitudine degli Abscess, grezza, sporca, volutamente old school... non che ci si aspettasse qualcosa di diverso dai musicisti coinvolti, no? Grezza è, alla fine, anche la proposta musicale degli Abscess, tra sfuriate punkeggianti ("Four Grey Walls" è un pezzo Punk Metal a tutti gli effetti) e massicci rallentamenti Death/Doom, il tutto con una qualità che, sinceramente, lascia il tempo che trova.

"Horrorhammer" non rappresenta il meglio della produzione degli Abscess, a mio avviso. Magari avrei puntato più su uno dei primi due album ("Seminal Vampires and Maggot Men" o "Tormented"), ma tant'è. Un'uscita indirizzata soprattutto alle marcissime sonorità Grindcore dei 90's e per i die hard fans di Reifert e soci, nel caso si voglia avere tutto quello che hanno prodotto questi alfieri del grezzume sonoro. Se non rientrate in queste categorie, passate avanti.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Decimo album per gli Aborted, uno spettacolare tornado di violenza
Valutazione Autore
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I giovani Atlas con un melodic rock ancora acerbo
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli Allfather tra Sludge/Doom e ferocia Hardcore
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I russi Adfail ed un EP ai confini della noia
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un nuovo, bellicoso lavoro per i 28 anni di Marduk
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Arrivano finalmente al debutto i deathsters ucraini Mutanter
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Singolo pre-EP per la one man band russa Insidious One
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Hitwood: a distanza di un anno il progetto italiano torna a bomba
Valutazione Autore
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dark Weaver - groovin' metal!
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Rithiya Henry Khiev, tecnica ed originalità, ma non solo
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Come suggerisce il titolo, i Maxxwell si sono metalizzati!
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Vetrarnott, un esordio assolutamente convincente!
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla