A+ A A-
 

The Night Flight Orchestra: quel gioiello che non ti aspetti The Night Flight Orchestra: quel gioiello che non ti aspetti

The Night Flight Orchestra: quel gioiello che non ti aspetti

recensioni

titolo
Sometimes The World Ain’t Enough
etichetta
Nuclear Blast
Anno

The Night Flight Orchestra are:

Bjorn Strid – vocals

David Andersson – guitars

Sharlee D’Angelo – bass

Sebastian Forslund – guitars/percussion

Jonas Kallsback– drums


Sometimes The World Ain’t Enough:

01. This time

02. Turn to Miami

03. Paralyzed

04. Sometimes the world ain’t enough

05. Moments of thunder

06. Speedwagon

07. Lovers in the rain

08. Can’t be that bad

09. Pretty thing closing in

10. Barcelona

11. Winged and serpentine

12. The last of the independent romantics


Durata: 58'15

opinioni autore

 
The Night Flight Orchestra: quel gioiello che non ti aspetti 2018-07-17 16:57:28 Raffaele Acampa
voto 
 
5.0
Opinione inserita da Raffaele Acampa    17 Luglio, 2018
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Siete pronti ad essere catapultati indietro nel tempo? The Night Flight Orchestra è una superband che, contro tutte le mode del momento, ci propone dell’ottimo classic hard rock rivisitato in chiave moderna, con una prestazione artistica di altissimo livello ed una produzione dal sapore vintage capace di solleticare lontani ricordi. Ripescando dagli anni ‘70, ‘80 e ‘90 i theNFO tirano fuori un sound che emoziona gli ormai quarantenni rockers dell’epoca d’oro, ma allo stesso tempo lascia quella piacevole sensazione di un prodotto fresco e di facile approccio per le nuove generazioni. Eagles, Boston, Asia ed i più giovani (si fa per dire) Pretty Maids e Bad English sono solo alcuni dei nomi che ti verranno in mente ascoltando questo Sometimes The World Ain’t Enough. Un progetto sicuramente coraggioso con il quale la band dimostra che non esistono mode o prodotti commerciali che tengano testa a lavori di altissima qualità come questo. Da una idea di Strid e Andersson (membri degli svedesi Soilwork) e con l’apporto di altri musicisti dalla elevata caratura artistica, la band sforna questo quarto lavoro ricco di refrain pomposi, ritmiche rockeggianti e cori emozionanti. Lovers in the rain (la mia traccia preferita), con il suo refrain da brividi, ti catapulterà letteralmente in un film anni ‘90 dove potrai immaginare adolescenti, storie d’amore ed improvvisi colpi di scena mescolarsi in un vortice di emozioni. Posso sicuramente dire che questo è uno dei migliori cd ascoltati in questo 2018. Consigliatissimo, soprattutto a chi vuole sognare.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Arion, ottimo power metal dalla Finlandia
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ma non è che gli Internal Bleeding hanno ormai fatto il loro tempo?
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ultha, prossimi alla totale perfezione!
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
THAW, dalle stelle alle stalle.
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Cosmic Church, un viaggio unico nel suo genere!
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Rock raffinato e splendide melodie in questo nuovo disco dei Cage
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Non proprio esaltante il debut degli Alchemy Chamber
Valutazione Autore
 
1.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Entierro - siete pronti per la sepoltura?
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il primo lavoro dei Cernunnos è ancora acerbo
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Molto interessante il debut dei Beriedir
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla