A+ A A-
 

melodia dall'oriente con Nupachino melodia dall'oriente con Nupachino Hot

melodia dall'oriente con Nupachino

recensioni

gruppo
titolo
Love Songs
etichetta
autoprodotto
Anno

1. Thank You

2. Is It You

3. You're So Wonderful

4. Forever Love

5. Loving Eyes Blues

6. We Are One

7. Love Kills

8. Angry but Beauty

9. Star On You

10. Thank You

11. Is It You

opinioni autore

 
melodia dall'oriente con Nupachino 2013-01-12 09:48:07 Roberto Orano
voto 
 
3.0
Opinione inserita da Roberto Orano    12 Gennaio, 2013
Ultimo aggiornamento: 13 Gennaio, 2013
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Esce a fine 2012 questo "Loves Songs" del pluri-strumentista orientale (Thailandese, se non erro) Nupachino. Un disco che mette in luce tante sfaccettature differenti. Prima di tutto, vien da pensare che il cantautore sia bello innamorato, basti pensare ai titoli delle singole canzoni. Poi, ascoltando l'album si viene trasportati e cullati in una serie di melodie morbide e sognanti, talvolta figlie di certe influenze orientaleggianti. Su tutto c'è da evidenziare il buonissimo apporto delle chitarre e degli arrangiamenti nel loro insieme, davvero di ottima fattura. D'altra parte, ahimè, nonostante il tuttofare asiatico possa vantare la collaborazione con altri artisti del panorama internazionale come Boy Shower, Scott Rode, Fiat Frost, Keng, Marco Droetto, Filippo Maci Martin (già visto qui su All Around Metal e sul vecchio Powermetal.it) e Ben I Sabbah, c'è da dire che il disco non si discosta quasi mai dai canoni citati sopra e si fa fatica ad arrivare alla traccia finale tutto d'un fiato, tra l'altro con la versione limitata si hanno anche due bonus-tracks, non proprio un disco facile da digerire, anche per chi mastica generi più melodici come l'aor, ad esempio.
Da notare anche la difficoltà d'ascolto, visto che al sottoscritto il disco funziona solo sul pc e non su stereo, lettore cd e quant'altro. In definitiva, una proposta riservata a pochi amanti dell'estrema melodia e a chi non vive proprio di rock e metal, per questi ultimi si farà un po' fatica ad arrivare al capolinea, nonostante l'indubbia bravura nella ricerca della giusta partitura e del giusto arrangiamento che si denota facilmente. Aspettiamo un seguito!

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Gli Psychomancer hanno forse un po' troppo "allungato il brodo"
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dagli States i Sentient Horror mostrano il loro amore verso lo Swedish Death Metal
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Tornano dopo 12 anni i veterani del Death Metal teutonico: nono album per i Fleshcrawl
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ennesima prova strepitosa per i Cattle Decapitation
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Vastator, only for die-hard fans
Valutazione Autore
 
1.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Per gli australiani Alchemy un debut EP che lascia ottime speranze per il futuro
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Metal sinfonico neoclassico in questo primo album dei messicani Yeos.
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ep di quattro brani dediciti ad un heavy metal grezzo ed old school per gli Olymp
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Seppur breve, convince l'EP dei californiani Larvae
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Per i britannici Itheist un debutto (col nuovo nome) senza infamia e senza lode
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Debutto per la tastierista dei Cradle of Filth: Martyr di Lindsay Schoolcraft!
Valutazione Autore
 
2.8 (2)
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla